Viva Italia

Informazione libera e indipendente

Zverev batte Hurkacz. Per Sinner fine del sogno, ma stasera vuole l’impresa

A Torino fatte le qualificazioni del gruppo Rosso: il tedesco raggiunge Medvedev che stasera affronta l’azzurro in un match che non ha più valore per la classifica, ma che Jannik vuol vincere a tutti i costi

L’approccio positivo, atteggiamento d’obbligo per affrontare la giornata decisiva nel gruppo Rosso delle Nitto Atp Finals, non è bastato. Le opportunità di Jannik Sinner di approdare alle semifinali sono già ridotte allo zero. Alexander Zverev ha battuto Hubert Hurkacz in due set 6-2 6-4 qualificandosi come secondo del girone con Medvedev già in testa grazie allo scontro diretto. Se anche Sinner stasera alle 21 dovesse vincere e raggiungere Zverev e Medvedev a due vittorie, l’aver disputato una partita in meno gli sarà comunque fatale.

Rammarico Hurkacz

—  

Hubert Hurkacz, spazzato via in due set dall’amico Jannik martedì, ha ripetuto praticamente lo stesso copione oggi pomeriggio contro il tedesco. La presenza del polacco era stata in dubbio fino a mezzogiorno, quando Hubi era sceso in campo per il riscaldamento contro uno sparring partner. Un problema al piede destro sembrava avrebbe potuto fermarlo, ma il campione di Miami ha dimostrato di essere perfettamente in grado di giocare. Probabilmente Aslan Karatsev, il russo chiamato in corsa come riserva delle riserve una volta entrati Sinner e Norrie, avrebbe potuto dare più filo da torcere a Zverev, che tuttavia merita pienamente il posto dove si trova dopo una stagione in cui ha vinto cinque tornei tra cui due Masters 1000 e la medaglia olimpica a Tokyo.

Carica Sinner

—  

Jannik Sinner tuttavia ce la metterà tutta questa sera per battere Daniil Medvedev. In ballo ci sono comunque 200 punti che fanno gola per consolidare la top 10 di fine anno già messa in cassaforte grazie alla sconfitta di Norrie ieri. Il russo, inoltre, è il giocatore “più caldo del momento” come lo ha definito Riccardo Piatti e per Jannik sarà un test importante per valutare la sua crescita dopo le due sconfitte rimediate in passato contro il numero 2 al mondo. Col match delle 21 l’azzurro non si congederà definitivamente dal Pala Alpitour che martedì sera gli aveva tributato l’ovazione. L’appuntamento sarà di nuovo tra pochi giorni, dove tornerà con la maglia azzurra alla Coppa Davis contro Colombia e Stati Uniti dal 25 novembre. Se Matteo Berrettini non dovesse recuperare, toccherà a lui il ruolo di numero 1 italiano.

Fonte: gazzetta.it

Bellina Piazza

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *