Viva Italia

Informazione libera e indipendente

Zona rossa, da domani Italia ferma: dall’autocertificazione agli amici, le regole sino al 7 gennaio


Zona rossa, da domani Italia ferma: dall'autocertificazione agli amici, le regole sino al 7 gennaio

Oggi in zona arancione, da domani in zona rossa (ma con una modifica) e dal 7 gennaio colori differenziati in ogni Regione: l’ingresso dell’Italia nel 2021 si annuncia quantomeno complicato. Se infatti non è mai in discussione la necessità dell’autocertificazione per gli spostamenti tra le ore 22 e le 5 del mattino, come stabilito dall’esecutivo con il “calendario” delle misure natalizie, da un giorno all’altro cambieranno più volte le possibilità dei cittadini. Vediamo in che modo. 

Natale, Lamorgese: «Nessun cedimento sui controlli, ingressi contingentati in metro»

COSA SI PUO’ FARE OGGI
Il 30 dicembre, oggi, per gli italiani è il terzo ed ultimo giorno in zona arancione (unica eccezione il prossimo 4 gennaio, arancione anch’esso). Per cui, Dpcm alla mano, fino alle ore 21 di questa sera resteranno aperti i negozi al dettaglio a differenza ad esempio di bar, ristoranti e pasticcerie che invece sono ancora chiusi (se non per l’asporto fino alle ore 22 o la consegna a domicilio). Inoltre, in questo scenario di rischio, non è consentito uscire dalla Regione a meno che non si possa giustificare con l’autocertificazione lo spostamento per motivi di salute, necessità o lavoro o anche per ricongiungimenti di coppie conviventi e per rientrare al proprio indirizzo di residenza o domicilio. D’altrocanto è invece consentito circolare all’interno del proprio Comune ma solo fino alle ore 22 – il coprifuoco è infatti sempre in vigore fino alle ore 5 del mattino – o anche uscire, restando in un raggio di 30 chilometri e senza raggiungere un capoluogo di Provincia, se il Comune in questione ha meno di 5mila abitanti. Si può andare a fare visita a parenti e amici (massimo in 2 persone e compiendo un solo spostamento di questo tipo al giorno), trasferirsi nelle seconde case se all’interno della propria Regione e fare jogging o attività fisica all’aperto.

Le slide del Dpcm —-> scarica il pdf

Decreto Natale, le Faq: sì alle seconde case (in regione) ma molte deroghe dai nonni ai cenoni

COSA SUCCEDE DA DOMANI
Dal 31 dicembre, quindi da Capodanno e fino al 3 gennaio (per cui giorni festivi e pre-festivi) la Penisola invece ritorna nell’ormai nota zona rossa, con una sola grande differenza rispetto al 24,25,26 e 27 dicembre: il coprifuoco della notte del 31 dicembre termina alle ore 7 del 1 gennaio e non alle 5 del mattino come nel resto dei giorni. Per il resto le misure comprendono il divieto di spostamento anche all’interno del proprio Comune se non i possesso di valide motivazioni da autocertificare (sempre con la deroga di una sola visita al giorno ad amici e parenti, massimo in 2 persone o con figli minorenni); negozi al dettaglio e centri commerciali chiusi (aperti invece alimentari, edicole, tabacchi e farmacie) e bar e ristoranti chiusi (concessi asporto fino alle ore 22 e consegne a domicilio). Consentito invece fare attività motoria all’aperto ma esclusivamente in forma individuale e nei pressi nei pressi della propria abitazione, sempre nel rispetto delle distanze di sicurezza di 2 metri o indossando la mascherina. A scanso di equivoci anche per la notte di Capodanno sono assolutamente vietate feste private di ogni tipo: pena una sanzione amministrativa tra 400 e 1.000 euro per ognuno dei partecipanti.  

COSA CAMBIA DAL 7 GENNAIO
Come ribadito più volte dal ministro della Salute Roberto Speranza e da tutto l’esecutivo, al termine delle misure natalizie il Paese tornerà al sistema dei colori. Non sarà però un liberi tutti perché se è vero che prima di Natale abbiamo lasciato la Penisola quasi per intero in zona gialla, non è affatto detto che sarà ancora così. Diverse Regioni infatti, alla luce dei monitoraggi epidemiologici che saranno realizzati nel prossimo fine settimana potrebbero cambiare colore e quindi restare in zona arancione fino alla fine del mese di gennaio

Negozi aperti in zona rossa (bar e ristoranti inclusi): cosa avverrà da Natale alla Befana

Ultimo aggiornamento: 15:47


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Fonte: news.google.com

Doroteo Cremonesi

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *