Viva Italia

Informazione libera e indipendente

Zona rossa, da domani arancione in Veneto, Trento e Marche. Poi cambio colore anche per Lombardia e Campania?

zona rossa in tutta Italia e riprende l’ormai tradizionale divisione del Paese in colori, anche se la zona gialla è cancellata sino al 30 aprile o forse prima qualora il governo decida di fare una verifica a metà mese. Da domani la zona rossa si restringe. Marche, Veneto e Provincia di Trento entrano in zona arancione. Restano quindi in zona rossa Calabria, Campania, Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lombardia, Piemonte, Puglia, Toscana e Valle D’Aosta.

Da domani riprendono quindi vigore le norme contenute nel decreto pubblicato in Gazzetta Ufficiale il 1 aprile e che prevede l’applicazione nelle zone gialle delle regole previste per quelle arancione. Inoltre l’applicazione delle regole della zona rossa, con ordinanza del ministero della Salute o dei presidenti di regione, nelle aree dove il numero di contagi superi i 250 casi ogni 100 mila abitanti.

Reazioni avverse dopo il vaccino? Ecco cosa fare e quando bisogna preoccuparsi davvero

Covid, in Inghilterra tamponi gratis per tutti 2 volte a settimana (anche senza sintomi)

Chiuse palestre e piscine

Restano chiuse palestrepiscine, centri natatori, centri benessere, centri termali, centri culturali, centri sociali e centri ricreativi, sale giochi, sale scommesse, sale bingo e casinò; niente convegni, congressi e altri eventi, ad eccezione di quelli che si svolgono con modalità a distanza. Sospesi teatri e spettacoli aperti al pubblico, concerti e cinema.

Zone arancione

Nelle zone arancioni restano aperte le attività commerciali al dettaglio, a condizione che si rispettino le regole del distanziamento e della protezione personale 

Zone rosse

Nelle aree rosse sono chiuse le attività commerciali al dettaglio, eccetto quelle di vendita di generi alimentari e di prima necessità.

Chiusi i centri commerciali nei giorni festivi e prefestivi salvo le attività dirette alla vendita di soli generi alimentari, prodotti agricoli e florovivaistici;

Aperti nelle zone arancioni i servizi alla persona (parrucchieri, barbieri, estetisti, lavanderie), invece nelle zone rosse è prevista la chiusura di parrucchieri ed estetisti;

Le attività di ristorazione sono sospese, permessa la sola ristorazione con consegna a domicilio.

Da zona rossa e arancione a gialla e bianca

 

Passare dalle zone rosse e arancioni a quelle gialle e bianche è solo un miraggio? Niente di tutto questo. Per il sottosegretario alla Salute Pierpaolo Sileri a maggio si va verso i cambi di colore per molte Regioni, perché «i numeri della pandemia migliorano e con le vaccinazioni dovremmo ormai essere all’ultimo miglio».

Zona rossa e arancione, mappa dei colori delle regioni da martedì 6 aprile

Vaccino Johnson&Johnson, ad aprile prime 400mila dosi in Italia: nessun limite di età per le somministrazioni del monodose

«I numeri tendono a migliorare e grazie alla vaccinazione siamo davvero all’ultimo miglio» e «a maggio molte regioni saranno gialle e qualcuna sarà bianca», ha affermato durante una diretta Facebook il sottosegretario alla Salute Pierpaolo Sileri.

«A 4 settimane vediamo che i vaccini hanno il loro pieno effetto immunizzante. Dalla metà di aprile – ha sottolineato Sileri – dovremmo vedere un progressivo calo dei ricoveri, e dalla metà di maggio potremmo vedere ciò che ha visto in questi giorni la Gran Bretagna, ovvero un numero di morti vicino a zero».

Sileri: «AstraZeneca sicuro, numero trombosi estremamente basso»

 

«I vaccini sono sicuri. Per quanto riguarda AstraZeneca – dice ancora Sileri – si parla di numeri estremamente bassi legati ad eventi di trombosi e le segnalazioni di tutta Europa consentono di monitorare: vedremo se l’Ema deciderà di pronunciarsi su particolari categorie o sottocategorie cui prestare maggiore attenzione, ma è un vaccino sicuro poiché, ripeto, parliamo di numeri estremamente bassi di eventi avversi».

Fonte: news.google.com

Doroteo Cremonesi

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *