Viva Italia

Informazione libera e indipendente

Zanetti vince lo stesso, per l’Empoli e lo sport: applaude dalla panchina il gol del Napoli

8 Novembre 2022

Bellissimo gesto del tecnico dell’Empoli Paolo Zanetti, che ha applaudito la seconda rete segnata dal Napoli con Zielinski al termine di una stupenda azione corale.

2.985 CONDIVISIONI

L’Empoli è uscito battuto 2-0 oggi dal Napoli al Maradona, dodicesima squadra di Serie A ad arrendersi ai partenopei in questo strepitoso inizio di stagione degli azzurri, che finora hanno lasciato punti solo nei due pareggi con Fiorentina e Lecce. Una sconfitta assolutamente dignitosa, dopo un primo tempo in cui i toscani sono riusciti a imbrigliare i padroni di casa con una difesa ordinata che non ha lasciato spiragli al soverchiante ma sterile possesso di palla degli uomini di Spalletti.

Un piano partita proseguito pari pari nel secondo tempo, finché un calcio di rigore di Lozano ha fatto crollare la resistenza empolese, aprendo la strada al successo azzurro, poi legittimato dal gol di Zielinski nel finale. Una rete quest’ultima di straordinaria bellezza e praticità, due cose che quando vanno a braccetto possono significare solo vittorie.

Piotr Zielinski festeggia il 2–0 segnato all’Empoli

Piotr Zielinski festeggia il 2–0 segnato all’Empoli

Mario Rui ha recuperato palla vicino la linea laterale sinistra poco fuori la propria area, l’ha scaricata per Lobotka in mezzo, che dopo aver eluso da par suo il pressing di un paio di avversari ha passato la sfera a Di Lorenzo alla sua destra. Il capitano ha immediatamente innescato la freccia Lozano, che si è involato sulla destra, ha disorientato Valeri e poi ha crossato al centro, dove ha fatto irruzione l’accorrente Zielinski che di prima intenzione ha trafitto col sinistro Vicario.

Leggi anche

Il ruggito dell’Atalanta, Hateboer e Lookman firmano il 2-0 di Empoli: la Dea vola al secondo posto

Tutto nello spazio di pochi secondi, con tecnica, velocità, copertura degli spazi e cinismo nel colpire l’avversario sbilanciato in avanti. Una cosa davvero bella. Sicuramente bellissima per i tifosi del Maradona che sono esplosi avendo capito che era il sigillo messo alla vittoria, meno piacevole per l’Empoli, che al contrario in quel momento ha ammainato bandiera bianca. Ma in quello stesso momento, sulla panchina toscana, il tecnico Paolo Zanetti non ha potuto fare a meno di applaudire.

Un gesto meraviglioso e non artefatto, da uomo di sport. Il 39enne allenatore dell’Empoli va via da Napoli con una sconfitta, ma dimostra che ci sono modi diversi per vincere, nella vita come nello sport: dignità, rispetto, riconoscimento dei meriti altrui. Se Zanetti ha applaudito, noi applaudiamo lui con ancora più convinzione.

2.985 CONDIVISIONI

Fonte: news.google.com

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *