Viva Italia

Informazione libera e indipendente

Windows 10, che aggiornamenti aspettarsi nel 2021?

Nonostante siano ormai trascorsi più di 5 anni dal lancio ufficiale di Windows 10, il sistema operativo di casa Microsoft continua ad evolversi con aggiornamenti puntuali e consistenti, in grado di introdurre funzioni sempre più incentrate sul cloud, l’assistenza vocale intelligente e l’uso multi-piattaforma.

Windows 10: cosa accadrà nel 2021?

Il 2021 sarà un anno chiave per Windows 10, che punta a rinnovarsi lanciando una nuova interfaccia “minimale” ma completa di tutto ciò che serve per avere un’esperienza utente moderna, assieme ad un nuovo esperimento di app in streaming chiamato Cloud PC: gli aggiornamenti previsti saranno due, di cui uno introduttivo in primavera ed uno conclusivo in autunno.

Fonte di queste indiscrezioni è il portale Windows Central, specializzato nella ‘cattura’ di informazioni utili sugli update in arrivo da parte della casa di Redmond. Il sito avrebbe rivelato, tra l’altro, che Microsoft sarebbe all’opera su una versione rivisitata dello Store, consentendo l’apertura al mondo delle app Android: in questo modo, gli utenti Windows potranno avere a disposizione tante novità inaspettate sui propri tablet e laptop. 

C’è molto altro da aspettarsi, naturalmente: il servizio Cloud PC, che abbiamo menzionato in apertura, verrà ufficialmente lanciato con il prossimo aggiornamento Windows 10. Sui nostri device sarà possibile scaricare e installare nuove applicazioni da utilizzare in modalità streaming, in maniera inedita rispetto a quanto siamo soliti fare su Microsoft Store.

Nello specifico, la “streaming mode” consente l’accesso alle app scaricate anche da altri dispositivi con hardware più limitato, senza per questo subire rallentamenti, crash o riavvii grazie al lavoro di sincronizzazione svolto dal nuovo servizio Microsoft.

Infine, se saremo fortunati potremo assistere al debutto di Windows 10X: si tratta di una variante ‘compatta’ del classico Windows 10, destinata a PC, tablet e convertibili di fascia media.

il nuovo sistema operativo è già considerato il più stretto rivale di Chrome OS, installato di default sui Chromebook Google: sarà proprio questa variante di Windows a decretare il successo dei nuovi portatili Microsoft in arrivo nel 2021? 

Fonte: lifestyleblog.it

Doroteo Cremonesi

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *