Viva Italia

Informazione libera e indipendente

White scalda il motori con ‘Sign of the times’

Pubblicato il



6 set 2021
Tempo di lettura



3 minuti
Scarica


Scaricare l'articolo
Stampa


Clicca qui per stampare
Dimensione del testo

aA+ aA-
Pubblicato il



6 set 2021

White torna in presenza a Milano dal 23 al 26 settembre, in concomitanza con la Fashion Week, con 250 espositori, tra brand affermati e nuove leve del fashion. L’edizione, ribattezzata ‘Sign of the times’, apre il nuovo corso del salone meneghino di ricerca, con un allestimento rinnovato e un percorso ricco di special content, entertainment e formazione. Confermato il progetto di incoming buyer supportato da Ice, con 40 selezionati buyer internazionali aderenti.

White

“Un evento fisico, contingentato secondo le norme Covid che prevede anche un’area digitale, incontri e workshop per rendere questa nuova esperienza unica e dalla forte identità. Sostenuta da una comunicazione incisiva che ci porta a contare su una grande affluenza da parte dei buyer”, dichiara il fondatore di White, Massimiliano Bizzi.
 
“L’importanza del ritorno alla comunicazione tra buyer e brand in presenza è fondamentale per l’andamento dei mercati internazionali. In un momento delicato come questo, in cui il contatto diretto con l’oriente deve affidarsi al supporto digitale, Camera Showroom ha lavorato per fare convergere tutta la comunicazione della campagna vendita su Milano, attirando i Paesi dell’Est, la Russia e il Medio Oriente che, grazie alle norme di sicurezza attivate per consentire il proseguimento delle attività commerciali, hanno scelto la capitale italiana della moda come punto di riferimento e destinazione da non perdere per tutti gli operatori del settore”, spiega Mauro Galligari, membro del comitato direttivo e direttore della comunicazione di Csm.

Il salone andrà in scena nel rispetto delle norme di sicurezza anti-covid. Per l’accesso sarà richiesto il green-pass o un tampone negativo, con una test-covid area gratuita. A disposizione dei visitatori anche il “Welcome safety – kit”, con una mascherina antivirale, una salvietta disinfettante e una sustainable bag in cotone riciclato. 
 
Un progetto speciale ideato da Massimiliano Bizzi e Beppe Angiolini coinvolge sette brand italiani: Massimo Alba, Aspesi, Incotex, Tagliatore, Finamore e Borsalino, chiamati a raccontare sette valori ispirazionali all’interno di altrettante stanze emozionali allestite da Dimorestudio, e interpretando l’universo femminile con i pezzi più identificativi del guardaroba maschile.
 
Ospite d’eccezione della prossima edizione di White è Swarovski, che per l’occasione presenta la sua nuova visione di lusso accessibile attraverso le collezioni di gioielleria disegnate dalla direttrice creativa Giovanna Engelbert, in un’area speciale, con contaminazioni di brand di ricerca di rilevanza internazionale.
 
La ‘stanza 001’ sarà dedicata alla designer controcorrente Vivienne Westwood, dove verranno esposti abiti della collezione autunno/inverno 2021. Presenti in fiera anche 10 top luxury brand del British Fashion Council: Ahluwalia, Ancuta Sarca, Completed Works, Duran Lantink, Edward Crutchley, Helen Kirkum, Maximilian Davis, Palmer Harding, Saul Nash, Sweet Lime Juice e Carlos.
 
White trona a puntare i riflettori sul tema della sostenibilità con la designer portoghese Ana Duarte, che basa le sue creazioni su grafiche esclusive e filati tecnici come il neoprene, ricavati dal riciclo di plastiche e cotoni riciclati. Sempre sul fronte green, Fashion B.e.s.t., progetto fondato nel 2009 da Michelangelo Pistoletto e Franca Sozzani, esporrà in fiera una capsule genderless che interpreta la nuova generazione della moda, inclusiva e sostenibile. 

Al salone sbarca il vincitore della ‘Design Challenge di Smit & Zoon’, Hommy Diaz, con il proprio brand Magnus Alpha. Il contest, lanciato a ottobre 2020, ha visto 5 designer supportati da Arsutoria School confrontarsi sulle calzature di fascia alta con un focus sulla sostenibilità.
 
White Garden celebra il ritorno in presenza con un allestimento curato da Patricia, con il suo “love bed” Trampoline di Cassina, in cui l’Archistar interpreta la felicità della vita all’aria aperta con un prodotto ispirato ai piccoli trampolini presenti nei giardini delle case in Groenlandia.
 
Infine, l’edizione consolida l’asse della moda Milano-Roma rinnovando la partnership con Altaroma, che porta al salone 8 brand: Annagiulia Firenze, Casa Preti, Caterina Moro, Cdc Studio, Zerobarracento Bgbl, Bouncing Bags, My Chalom e Kinda 3d Swimwear.

Copyright © 2021 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.

Fonte: it.fashionnetwork.com

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *