Viva Italia

Informazione libera e indipendente

Volvo XC40 T5 Recharge, ibrido virtuoso alla svedese – La Prova di ANSA Motori

La giusta via di mezzo, in caso Volvo, si chiama XC40 T5 Recharge. Ibrida ricaricabile ma anche divertente alla guida grazie alla giunta spinta in CV, spaziosa, comfort da prima della classe e design alla svedese che piace.
La XC40 T5 Recharge è un Suv compatto ibrido plug-in che, nella gamma, viaggia in coppia con XC40 cento per cento elettrica e rappresenta la sorella maggiore di quella XC40 T4 da 211 CV. Sulla versione che ANSA Motori ha provato in versione urbana, ma soprattutto extraurbana, i cavalli a disposizione nel complesso sono 262 e quindi più che sufficienti per una guida dinamica sul misto. Una familiare da città, ma che punta anche alle lunghe percorrenze in pieno comfort e con la sicurezza del motore ibrido, la XC40 Plug-in ha la particolarità del Twin Engine, ovvero l’accoppiata tra motore benzina ed elettrico, tutto caricato sulla trazione anteriore che non manca di regalare soddisfazioni.

Da fuori, l’unica differenza percepibile è forse solo lo slot di ricarica, posizionato proprio sopra il passaruota anteriore sinistro. Sotto al cofano batte il motore 3 cilindri 1,5 litri benzina da 180 CV, abbinato a un’unità elettrica che eroga una potenza massima di 82 CV. Ad alimentare il motogeneratore elettrico, ci pensa invece un pacco batterie da 10,7 kWh, posizionato sotto il pianale, che consente all’auto di percorrere fino a 45 km in modalità completamente elettrica.
Volvo XC40 T5 Plug-in Hybrid dispone di 3 diverse modalità di guida: Pure, Hybrid, Power e Off-Road. La prima consente di guidare a zero emissioni fino a velocità massima di 125 km/h, la seconda coniuga le potenzialità del motore a scoppio con quello elettrico, mentre la terza mette a disposizione del guidatore il miglior abbinamento possibile per sfruttare ogni singolo cavallo del sistema termo-elettrico. Per la nostra prova abbiamo utilizzato per la maggior parte del tempo la seconda delle tre, quella Hybrid che si adatta meglio all’uso quotidiano e che permette anche di bilanciare il consumo di carburante ed energia elettrica.
Le performance dichiarate dalla Casa sono di tutto rispetto: scatto 0-100 km/h coperto in 7,3 secondi e velocità massima autolimitata a 180 km/h, come per tutte le Volvo. Nel serbatoio di carburante entrano 48 litri di benzina, mentre per ripristinare completamente il pacco batterie senza wallbox e da una presa domestica da 2,3 kW, tocca attendere circa cinque ore. Noi l’abbiamo ricaricata ad una presa domestica con impianto piuttosto datato, senza avere nessun problema.
A bordo l’accoglienza è ottima, con il plus dell’accensione e della partenza nel totale silenzio. I 45 km di autonomia elettrica dichiarati nella guida reale diminuiscono leggermente, ma per guidare in modo veramente efficiente e a costi ridotti è buona abitudine tenere sempre l’accumulatore ben carico. Tradotto: ‘rabboccare’ la batteria più volte possibile.
L’abitabilità è quella caratteristica delle nuove Volvo, quindi molto buona, e le batterie non influiscono in nessun modo sugli spazi interni. Il bagagliaio è capiente e con l’abbattimento dei sedili posteriori si arriva ad una capacità di carico di 1336 litri. Nel nostro caso, ha fatto gioco la possibilità di modulare velocemente i sedili posteriori, sistemando anche una bicicletta correttamente ancorata e un seggiolino per bambini.
Novità anche a bordo a partire dal nuovo sistema d’infotainment basato su Android, caratterizzato da una elevata personalizzazione, maggiore intuitività e nuove tecnologie e servizi Google integrati. La tecnologia e i servizi creati dagli sviluppatori di Google e di Volvo Cars sono integrati nella vettura, mentre le app supplementari per musica e media ottimizzate e adattate per l’uso in auto saranno disponibili attraverso il Play Store di Google.

Fonte: ansa.it

Doroteo Cremonesi

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *