Viva Italia

Informazione libera e indipendente

Volvo, nuovi motori plug-in per maggiore autonomia – Prove e Novità

 Con le nuove motorizzazioni ibride plug-in Recharge, Volvo garantisce con una sola carica percorrenze superiori al chilometraggio medio giornaliero. Volvo Cars ha infatti introdotto le nuove motorizzazioni ibride plug-in Recharge ottimizzate sui modelli della Serie 90 e 60, estendendo così in modo significativo l’autonomia di percorrenza in modalità elettrica e al contempo riducendo le emissioni di CO2, a favore delle prestazioni e della guidabilità.
    I nuovi propulsori ibridi ottimizzati di Volvo Cars portano l’autonomia in modalità solo elettrica fino a un valore stimato di 90 km per singola carica. Poiché il possessore medio di un’auto di fascia alta percorre quotidianamente meno di 50 km nei giorni lavorativi, la maggior parte degli automobilisti Volvo dotati di sistema di ricarica domestico sarà in grado di effettuare i propri spostamenti giornalieri utilizzando la sola propulsione elettrica con una nuova Volvo ibrida plug-in. Le principali migliorie includono una nuova batteria a lunga durata, che dispone di un terzo strato di celle per aumentare l’energia nominale da 11,6kWh a 18,8kWh e di un motore elettrico posteriore più potente che ora eroga 145 CV. La potenza elettrica supplementare si traduce in una potenza combinata di 350 CV per i modelli Recharge T6 e di 455 CV per i modelli Recharge T8, il che rende questi ultimi i più potenti mai prodotti da Volvo. Oltre alle nuove motorizzazioni, gli aggiornamenti includono la guida a pedale unico su modelli specifici.
    La maggiore capacità della batteria fa sì che un maggior numero di clienti sia in grado di viaggiare principalmente in modalità solo elettrica. Volvo Cars stima inoltre che il nuovo gruppo motopropulsore possa ridurre le emissioni di CO2 fino al 50% circa secondo il ciclo di guida WLTP. “Siamo nel 2021 e le persone non dovrebbero più dover dipendere dalla benzina o dal diesel per gli spostamenti pendolari – ha dichiarato Henrik Green, chief technology officer di Volvo Cars – i nostri più recenti ibridi plug-in forniscono tutta l’autonomia di guida elettrica necessaria per le attività quotidiane della maggior parte delle persone”.
    Il nuovo motore elettrico ottimizzato aumenta del 65% la potenza alle ruote posteriori, migliorando le prestazioni e la guidabilità in tutte le situazioni di guida. Insieme alla batteria potenziata, il motore elettrico aggiornato migliora inoltre la resa della trazione integrale, cosa che può rivelarsi particolarmente utile alle basse velocità, per il traino o quando si guida su strade scivolose che richiedono maggiore aderenza e stabilità. Il pacchetto di aggiornamenti include l’aggiunta della guida a pedale unico, che può contribuire a un’esperienza di guida particolarmente fluida e intuitiva.
    Questa funzione, già presente sui modelli Volvo esclusivamente elettrici, offre al guidatore la possibilità di controllare sia l’accelerazione sia la decelerazione agendo solo sul pedale dell’acceleratore. Sarà introdotta inizialmente sui modelli ibridi plug-in Volvo XC60, S90 e V90 Recharge.  
   

Fonte: ansa.it

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *