Viva Italia

Informazione libera e indipendente

Volvo: la “svolta green” non riguarda solo i motori | Anche l’ibrido è superato

Addirittura, per la casa automobilistica svedese, anche gli ibridi e i plug-in sono motori “superati”. Ma c’è dell’altro…

Volvo è certamente tra le case automobilistiche ad aver sposato con maggiore velocità e prontezza la transizione ecologica sollecitata dall’Unione Europea. Una linea quella dell’azienda svedese, messa in atto non tanto per i diktat di Bruxelles. Ma avviata convintamente.

Volvo C40 Recharge
Volvo C40 Recharge (volvocars.com)

L’elettrificazione di Volvo

Fondata nel 1927, già da tempo Volvo propone veicoli elettrici di indiscussa qualità. E di altrettanto successo. E’ il caso, solo per citare un esempio, del Volvo C40 Recharge. I piani dell’azienda sono quelli di eliminare i motori tradizionali, su tutti quelli a combustione ovviamente.

Ma ciò che sorprende (vista anche la ritrosia degli altri competitor) è che Volvo sembra considerare “superati” anche i motori ibridi e plug-in hybrid. Certamente non conformi alla propria anima verde. L’obiettivo della casa automobilistica svedese, infatti, è quello di arrivare al 50% delle vendite elettriche entro il 2025.

Che, nel mondo dell’automotive è “domani”. Ma l’obiettivo è ancor più ambizioso con la volontà di arrivare al 100% entro il 2030.

Volvo C40 Recharge
Volvo C40 Recharge (volvocars.com)

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Volvo XC 60 plug-in hybrid: il Suv più smart che esista VIDEO

Gli interni ecologici

Non deve sorprendere, allora, che gran parte dell’attenzione di Volvo sia destinata e dedicata ai modelli elettrici. E che la svolta green non riguardi solo l’elettrificazione dei veicoli. Che è certamente una parte fondamentale. La principale, forse. Ma che può essere accompagnata da molto altro.

Si inquadra così la scelta di eliminare la pelle animale dagli interni dei veicoli elettrici. Da questo punto di vista, anche tra i competitor c’è maggiore sensibilità. BMW su tutti, punta a un approccio più eco-sostenibile anche per gli interni delle vetture.

BMW i Vision Circular
Il retro della BMW i Vision Circular (BMW)

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Il Suv C40 Racharge 100% elettrico, il passo rivoluzionario per Volvo

Per Volvo, quindi, investire sulla transizione ecologica, ma continuare a utilizzare il cuoio di derivazione animale sarebbe un enorme controsenso. Da qui la scelta: tutti i veicoli elettrici della casa svedese avranno tappezzeria realizzata totalmente con materiali organici o riciclati.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> BMW i Vision Circular: la prima auto costruita con materiali riciclati al 100%  Foto

Anche questo, contribuirebbe a ridurre le emissioni di CO2 nell’ambiente. In particolare l’anidride carbonica prodotta dagli animali stressati dall’utilizzo umano. Ovviamente, per i suoi interni, Volvo si servirebbe solo da produttori certificati per l’utilizzo di materiali che non derivano dagli animali.

Fonte: quattromania.it

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *