Viva Italia

Informazione libera e indipendente

Volkswagen ID.Buzz: interni, autonomia, motori, guida su strada – Quattroruote.it

I numeri sono dalla sua parte. L’atonomia dichiarata è di 423 km e a bordo è presente un caricatore AC da 11 kW (7 ore e mezza per ricaricarlo a casa), mentre in corrente continua si arriva fino a 170 kW e ci vogliono 30 minuti per passare dal 5 all’80% del “pieno”. Interessante la modalità Plug & Charge, che consente di ricaricare alle colonnine pubbliche senza doversi avvalere di applicazioni o carte.

Un bel vivere. Entrando al suo interno colpiscono le forme, i materiali e gli abbinamenti cromatici. Si vive un ambiente moderno, vivace, raffinato, molto curato a livello di design. Ciò che vedi fuori è corrisposto dentro. Su tutto, impressiona la plancia, che ha una copertura in simil legno molto d’effetto: ti senti più nel salotto di casa che in un abitacolo.

È la modernità, bellezza. Come seduta e ingombri c’è una forte impronta ID: strumentino davanti agli occhi, grosso display centrale (da 10” o da 12”) e assenza della leva tradizionale del cambio (è un drive solidale al piantone). C’è spazio per le ginocchia, ti ritrovi in un ambiente arioso, col cruscotto molto profondo. Il parabrezza è lontano.

Domina la strada. La linea di cintura è bassa, sei rialzato e godi di un’ottima visibilità. I due montanti sono importanti, si avvertono, ma fra loro c’è tanto spazio e così il “vetrino” laterale aiuta a minimizzare gli angoli bui. Avverti di stare su un mezzo largo, bello piantato sulle ruote, l’asse anteriore è vicino e la reattività dello sterzo è molto buona. Ecco, se si pensa a un furgone, siamo molto lontani. Ma è meglio anche di quanto ci hanno abituato nel tempo le monovolume. O lo stesso T7.

Fonte: quattroruote.it

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *