Viva Italia

Informazione libera e indipendente

Vittoria, mamma di due bimbi uccisa dopo essere uscita di casa: sotto choc il marito al lavoro, assassino in…

di Alessandro Fulloni

La vittima è una 37enne albanese, Brunilda Halla, mamma di due figli. Ammazzata appena varcato l’uscio. Sotto choc il marito, al lavoro con dei colleghi quando la moglie è stata ammazzata. I carabinieri hanno acquisito le immagini delle telecamere

Un delitto efferato, in strada. La vittima è un’albanese di 37 anni, Brunilda Halla, sposata, mamma di due bimbi, uccisa pochi istanti dopo essere uscita di casa. Qualcuno — un uomo, ricercato — l’ha colpita con un coltello, lasciandola agonizzante sul marciapiede. È successo oggi, poco prima delle 14, a Vittoria, 60 mila abitanti nel Ragusano.

Filtra pochissimo, dagli accertamenti condotti dai carabinieri del comando provinciale. «Bruna» — come la chiamavano tutti— esce in strada lasciando il bimbo più piccolo dentro casa, un piccolo appartamento al pianterreno. Non è chiaro se dovesse svolgere una commissione o qualcuno l’attendesse da qualche parte. Fatto sta che la donna, che svolgeva lavori saltuari, è stata uccisa praticamente fuori dall’uscio, con più coltellate. Un agguato? Il gesto di un folle? Gli inquirenti non si sbilanciano e prendono in considerazione ogni ipotesi. Qualcuno però avrebbe visto una sagoma — probabilmente quella dell’uccisore, appunto un uomo — dileguarsi correndo lungo via Firenze, una strada piuttosto lunga che attraversa gran parte dell’abitato di Ragusa. La donna è stata colpita in strada, ma sarebbe stata trovata dal personale del 118 nella sua abitazione, dove forse è riuscita a trascinarsi, cercando un aiuto o un ultimo riparo: sarebbe morta durante il trasporto in ospedale a causa delle gravi ferite riportate.

Sotto choc il marito, un operaio, che al momento del delitto era con dei colleghi. Quella di Brunilda è famiglia per bene, raccontano i vicini che spesso vedevano la donna in parrocchia. I carabinieri hanno intanto acquisito le immagini di videosorveglianza disponibili in zona (e che assai probabilmente hanno ripreso il killer in fuga) e le testimonianze di chi può aver notato qualcosa di utile all’indagine.

25 maggio 2022 (modifica il 25 maggio 2022 | 21:30)

Fonte: news.google.com

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *