Viva Italia

Informazione libera e indipendente

Viaggio a Marsa Alam: cosa vedere

Raggiunto annualmente da turisti di ogni dove, l’Egitto ha davvero tanto da offrire e non solo siti archeologici di straordinaria bellezza. Sono infatti numerose le città che si possono visitare, fra cui Marsa Alam, un luogo speciale in cui trascorrere un soggiorno memorabile. Questa località balneare si trova sulla costa occidentale del Mar Rosso ed è famosa soprattutto per le spiagge, le attrazioni e i luoghi di interesse. Per questo viene scelta dagli italiani come meta in cui trascorrere le vacanze.

Cosa non perdere a Marsa Alam?

Una volta sul posto una delle cose da vedere assolutamente è la barriera corallina, considerata una delle più belle al mondo. I fondali del Mar Rosso in questo punto ospitano diverse specie marine, molte delle quali in via di estinzione. Tartarughe, razze, pesci unicorno, aquile di mare e coralli sono solo alcuni degli incontri che sarà possibile fare partecipando alle immersioni guidate.

A pochi chilometri da Marsa Alam si trova anche il Dolphin House, un rifugio di delfini scappati dal sovraffollamento delle spiagge. Esistono tante escursioni organizzate che prevedono transfer direttamente dall’hotel, lo snorkeling fra i delfini e la consumazione del pranzo sull’imbarcazione.

Le spiagge più amate di Marsa Alam

Abu Dabab è una spiaggia incantata e molto amata dai turisti per la presenza delle tartarughe giganti. Altrimenti si può sempre optare per Baia del Dugongo, in cui si trova l’omonima specie, facile da avvistare soprattutto durante la stagione degli amori. In questo periodo il dugongo emette dei lamenti che gli antichi paragonavano al canto delle sirene.

Merita anche una tappa il Parco Nazionale Wadi Gimal, luogo particolarmente suggestivo e contraddistinto dalle spiagge incontaminate e bianchissime, oltre che dall’acqua cristallina. Per godere di queste meraviglie basta semplicemente prenotare un’escursione con la guida. Sarà anche necessario rispettare la natura e le specie animali, perché in mancanza verrà applicata una multa abbastanza salata.

Tempio del Dio Horus

Coloro che intendono fare una pausa dalla spiaggia possono trascorrere piacevoli momenti visitando il tempio dedicato al Dio Horus, risalente al 237 a. C. e ancora adesso in buono stato di conservazione. La struttura presenta delle iscrizioni antiche che raffigurano scene di caccia, geroglifici e animali.

Il deserto

Il mare rappresenta una delle attrazioni principali di Marsa Alam, ma è pur vero che anche l’entroterra non deve essere trascurato, visto che per diversi chilometri offre panorami desertici mozzafiato. Costituito da colline rocciose e dai solchi dei torrenti prosciugati, andare nel deserto vuol dire poter entrare a contatto con le comunità beduine e scoprire le usanze egiziane. Molte delle escursioni sono anche organizzate in quad o Jeep.

Fonte: lifestyleblog.it

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *