Viva Italia

Informazione libera e indipendente

Viaggi d’inizio autunno: trekking e tuffi a Capri

Viagggi a Capri: ultimi tuffi di fine estate – iO Donna

17 Settembre 2022

A scatenare i fotografi quest’estate è stato lo sbarco di Jennifer Lopez. Ma a Capri è normale incrociare volti famosi. Tra i tanti vip av vistati, si sono distinti gli attori Leonardo DiCaprio, Jamie Foxx, Matt Damon. E, riparata da un meraviglioso cappello nero in paglia, tra terrazze vista mare e giardini fioriti, anche Cyndi Lauper, classe 1953, icona pop degli anni Ottanta che ha deciso di trascorrere in tranquillità le proprie vacanze nell’isola più amata dal jet set internazionale.

Una veduta di Anacapri.

Leggi anche

Passeggiata nella grande bellezza

Capri, però, non è solo la vetrina scintillante di celebrità e mega yacht, ma è un’isola che alla conclamata bellezza marina cela meravigliosi scorci paesaggistici da scoprire rigorosamente a piedi. Ci vogliono gambe e fiato per affrontare i diversi sentieri che, in frequenti sali-scendi, solcano Capreae (l’antico nome latino dell ‘isola), ma la fatica è ricompensata da scenari seducenti e silenziosi nella natura, lontani dalle movide dei due centri urbani, Capri e Anacapri. Così, per godersela al meglio e a piedi, settembre e ottobre sono i mesi migliori: la massa dei turisti agostani è andata, le giornate non sono più arroventate dal caldo, le spiaggette non sono affollate, e i sentieri dell’immediato entroterra si affrontano con temperature più confortevoli. Inoltre, i paesaggi iniziano a tingersi con i primi colori autunnali che aumentano la bellezza dell’isola.

Vacanze italiane: ecco tutte le star che scelgono le bellezze del Belpaese

Vacanze italiane: ecco tutte le star che scelgono le bellezze del Belpaese

Partenza dalla Piazzetta di Capri

Per immergersi nel suo carattere selvaggio la passeggiata del Pizzolungo (circa 2-3 ore di camminata) è l ‘ideale, da realizzare senza eccessiva fatica. Si parte dalla celebre Piazzetta di Capri – un microcosmo di vanità-habitué-curiosi – e si raggiunge la tranquilla via Matermania, dove si procede tra ville storiche e natura. Passo dopo passo, le case si diradano e l’isola diventa protagonista, come si osserva dal belvedere della Piazzetta delle Noci che offre una veduta fantastica sull’ Arco Naturale (gigantesca fenditura nella roccia), sull’avveniristica villa dello scrittore Curzio Malaparte, da lui stesso progettata con l’architetto razionalista Adalberto Libera, e sul mare fino a Punta Campanella e le isole Li Galli.

Capro, profumo di macchia mediterranea

View on Villa Malaparte, Casa come me, Punta Masullo, Capri, island, Gulf of Naples, Campania, Italy

Nei pressi dell ‘isolato ristorante Le Grottelle, scendete per la ripida rampa di scale che conduce alla Grotta di Matermania, dove anticamente si effettuavano riti sacrificali. Proseguendo il cammino tra la profumata macchia mediterranea, la visione più entusiasmante è quella sui Faraglioni, il simbolo di Capri, che da questo percorso si svelano da prospettive diverse. Il trekking termina con il belvedere di Tragara che regala un bel colpo d’occhio sulla baia di Marina Piccola. Si ritorna verso il centro imboccando via Tragara e via Camerelle, la strada chic dell’isola con boutique griffate a cinque minuti a piedi dalla bellissima Certosa di San Giacomo, risalente al 1371, che fu convento e prigione.

Leggi anche

Trekking tra i fortini borbonici

Spostandosi nella parte più occidentale dell ‘isola, il Sentiero dei Fortini è un altro trekking spettacolare, ma più impegnativo (circa 3-4 ore) che collega, da nord a sud, la Grotta Azzurra e il Faro di Punta Carena. Dalla piazza della Pace di Anacapri, si sale sul bus di linea Staiano direzione Grotta Azzurra, si scende alla fermata che precede il famoso antro marino e quasi di fronte inizia il percorso pedestre ben segnalato. Si cammina in uno scenario integro tra rocce, muretti a secco e pinete, e si raggiungono i tre fortini ottocenteschi Orrico, Mesola e Pino. L’ultima fortificazione è il punto perfetto per ammirare gli infuocati tramonti sul mare di Punta Carena. Nei pressi del faro di Punta Carena, si risale sul bus Staiano direzione Anacapri e si ritorna nella stessa piazza della partenza.

L’ingresso dell’Eremo di Santa Maria a Cetrella, sul Monte Solaro.

Leggi anche

Ultimi, scintillanti, tuffi di stagione

Adatto ai più esperti è il trekking Il Passetiello (circa 5 ore) che porta al Monte Solaro e all’ Eremo di Santa Maria a Cetrella (raggiungibile anche da Anacapri con la seggiovia Monte Solaro e 15 minuti a piedi): la mulattiera è impegnativa, sia per le salite, sia per il senso di vertigine che possono generare alcuni tratti esposti. Meglio affidarsi a una guida esperta. E dopo tanta attività sportiva, si continua ad ammirare Capri dall’alto, passeggiando nel giardino di Villa San Michele (villasanmichele.eu) ad Anacapri, prima di visitarne il museo. Per gli ultimi tuffi di stagione vi aspetta un mare acceso dai mille riflessi di settembre, che brillano come diamanti sparsi sulle onde. Un mare che ammaliò l’imperatore Tiberio (42 a.C. / 37 d.C.) che sull’isola si fece costruire ben 12 ville. Si ritirò a Villa Jovis della quale restano le maestose rovine sul promontorio orientale: per visitarle si parte da piazza Umberto I e si passeggia in salita. La magia di Capri, da allora, non smette di incantare.

La terrazza del lussuoso Villa Marina Capri Hotel&Spa.

Leggi anche

Dove dormire a Capri

Villa Marina Capri
via Prov. Marina Grande 191.
Raffinato boutique hotel a 5 stelle con 22 camere, arredi curati, piscina all’aperto, e vista sul golfo di Napoli e sul Vesuvio. Tra i fiori all’occhiello: la piccola Spa con trattamenti personalizzati e il ristorante gourmet Ziqù dello chef Emanuele Cataruzza. Chiude il 16 ottobre. Doppia da 700 €, a ottobre da 560 €.  villamarinacapri.com

Hotel Regina Cristina
via Federico Serena 20.
Nel centro di Capri, 4 stelle con arredi classici in stile mediterraneo e atmosfera familiare. Il ristorante è anche pizzeria. Doppia in b&b da 162 €. hotelreginacristinacapri.com.  

Dove mangiare

Le Grottelle
via Arco Naturale 13.Cucina tradizionale di “casa” in un caratteristico e storico locale, ricavato in alcune grotte scavate nella roccia. Situato lungo il percorso Pizzolungo, offre una terrazza con vista sull’Arco Naturale e sulla Costiera Amalfitana. Tel: 081.8375719.  

Da Paolino
via Palazzo a Mare 11, Marina Grande.
È tra i ristoranti più famosi dell’isola, con scenografico giardino-pergolato tra alberi di limoni. Frequentato anche dai vip, propone cucina caprese e mediterranea, di mare e di terra. paolinocapri.com/it     

Ricevi news e aggiornamenti sulle ultime tendenze beauty direttamente nella tua posta

Cosa fare

Capri Boat Service
Tour guidati privati su lancia o gozzo, con partenza dal Bar Molo 20 nel porto di Marina Grande, per escursioni all’alba, al tramonto, feste in barca, selfie-tour, picnic. soste per snorkelling, capriboatservice

iO Donna ©RIPRODUZIONE RISERVATA

stai per leggere


Fonte: iodonna.it

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *