Viva Italia

Informazione libera e indipendente

Verstappen il più veloce nelle seconde libere, male le Ferrari

Male, anzi malissimo. La giornata di prove libere che portano al gran premio del Belgio di domenica prossima sul circuito di Spa-Francorchamps non sorride alle Ferrari. Sia Leclerc sia Vettel chiudono le due sessioni lontanissime dalla top 10, con un gap di oltre un secondo dalle Mercedes di Bottas ed Hamilton che avevano dominato la prima sessione e dalla Red Bull di Max Verstappen, dominatrice delle prove del pomeriggio.

Il monegasco fa segnare il 15/o tempo al pomeriggio (14/ in mattinata), il tedesco è 17/o (dopo che nella prima sessione era stato 15/o). Notevole il distacco accusato dai due piloti, rispettivamente 1″696 e 1″939, con tanto ritardo soprattutto nel settore centrale. Le rosse inseguono anche le Alfa Romeo, dotate dello stesso motore: Giovinazzi è 13/o e Raikkonen 14/o, entrambi a 1″1 da Verstappen.   

Verstappen si conferma velocissimo. L’olandese ferma i cronometri sull’1’43″744, ribadendo di voler rappresentare un’autentica spina nel fianco delle Mercedes. Terza prestazione per Lewis Hamilton, a 96 millesimi da Mighty Max, mentre Valtteri Bottas, dopo il miglior tempo della mattinata, nel pomeriggio non è andato oltre la sesta piazza, restando a quattro decimi dal leader.

Grandissimo tempo per la Renault di Daniel Ricciardo, a soli 48 millesimi da Verstappen. La grande forma delle Red Bull è confermata dal quarto tempo di Alexander Albon, a quattro decimi dal caposquadra. Le Racing Point sono rimaste più nascoste rispetto alla mattina: Sergio Perez ha chiuso con il5/o tempo e Lance Stroll 11/o, restando alle spallea nche delle due McLaren (settimo Norris, nono Sainz) dell’altra Renault (ottavo Ocon) e dell’Alpha Tauri di Pierre Gasly.   

Il fine settimana di Spa si apre con il ricordo di  Anthoine Huber: esattamente un anno fa il tragico incidente in F2. “Un casco speciale per un amico speciale”. Così Pierre Gasly sui social ha presentato il casco in uso durante il weekend di Spa. “E’ difficile trovare le parole, se non per dirti che ci manchi, compagno”.

E’ il commosso ricordo di Hubert fatto da Juan Manuel Correa. L’americano fu coinvolto nell’incidente in cui perse la vita Hubert, ancora oggi e’ in fase di recupero e sul luogo del dramma, a Spa, si e’ presentato in carrozzella per rendere omaggio con un mazzo di fiori alla memoria del collega e amico.

“Quante emozioni oggi, tornando qui a Spa – il messaggio postato su Instagram – Non sono sicuro di cosa poter dire, se non che ci manchi. Il paddock non è piu’ lo stesso senza di te.Spero che ci guardi di lassu’, e che tu veda quanto abbia significato per cosi’ tanta gente”

Fonte: raisport.rai.it

Doroteo Cremonesi

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *