Viva Italia

Informazione libera e indipendente

Venezia, Zanetti esonerato: Soncin allenatore fino a fine stagione

Termina l’avventura di Paolo Zanetti sulla panchina del Venezia. Il club ha deciso di sollevare dall’incarico l’allenatore dopo 8 sconfitte di fila. Panchina affidata fino a fine stagione all’allenatore della Primavera Andrea Soncin

TUTTE LE PANCHINE SALTATE QUEST’ANNO

Il Venezia decide di cambiare in panchina: dopo l’ottava sconfitta consecutiva, maturata in casa contro l’Atalanta nell’ultimo weekend di Serie A, il club ha deciso di sollevare dall’incarico Paolo Zanetti. A prendere il posto di Zanetti fino a fine stagione sarà Andrea Soncin, attuale allenatore della formazione Primavera. Poi, in base al verdetto, verrà deciso che strada prendere. Il cammino del Venezia, che attualmente occupa l’ultimo posto in classifica con 22 punti, in queste ultime uscite di campionato sarà tutt’altro che semplice: Aramu e compagni, infatti, dovranno affrontare la Juventus, la Salernitnana nel recupero della 20^ giornata, il Bologna, la Roma e il Cagliari. Con Zanetti sono stati sollevati dall’incarico anche l’allenatore in seconda Alberto Bertolini, l’assistente Nicola Beati e il preparatore Fabio Trentin.

Il presidente Niederauer: “Ora niente alibi, né scuse”

“Condividiamo il merito dei successi della scorsa stagione, e tutti dobbiamo assumerci la responsabilità dei fallimenti di questa stagione – ha dichiarato il presidente Duncan Niederauer -. Dobbiamo fare del nostro meglio per lottare con tutti i nostri mezzi fino alla fine della stagione, e fare tutto ciò che pensiamo sia necessario per realizzare questo miracolo. I nostri fan non meritano nulla di meno. Partendo da queste considerazioni, abbiamo chiesto a Paolo Zanetti e al suo staff di fare un passo indietro per il resto della stagione. Abbiamo passato momenti belli e brutti insieme, e abbiamo costruito un buon rapporto. Questi avvicendamenti sono normali nel mondo del calcio. Per le restanti cinque partite, abbiamo chiesto ad Andrea Soncin di guidare la squadra. Andrea conosce molto bene la società e i giocatori, e secondo noi ha fatto un ottimo lavoro con la Primavera in questa stagione. E’ consapevole che si tratta di una soluzione temporanea, fino alla conclusione della stagione. Stiamo chiedendo a lui e ai giocatori di provare a fare un miracolo. Non abbiamo nulla da perdere e impareremo molto sulla nostra squadra dal modo in cui finiremo la stagione. Ora tocca ai giocatori dimostrare che sono pronti a fare la loro parte. La responsabilità del nostro rendimento in questa stagione è anche loro, e come ci comportiamo da ora fino alla fine della stagione dipende interamente da loro. Niente alibi. Niente scuse”.

Soncin, l’ex bomber dell’Ascoli alla prima esperienza tra i grandi

leggi anche Il calendario della lotta salvezza

Il Venezia decide così di optare per una soluzione interna senza andare a pescare dal mercato allenatori attualmente senza contratto. Soncin, ex attaccante che in carriera ha lasciato il segno soprattutto ad Ascoli, ha iniziato a muovere i primi passi da allenatore proprio nel settore giovanile veneto. Nell’agosto del 2017 Soncin entra a far parte dello staff tecnico della Primavera, per poi diventare, un anno più tardi, l’allenatore della formazione Under 17. Nella stagione 2020/21 conquista la promozione in Serie A con la squadra di Zanetti per poi assumere, nell’estate 2021, la guida tecnica dell’Under 19 con la quale ha chiuso il campionato al sesto posto in classifica. Ora la prima squadra, che cercherà di condurra a una salvezza che al momento dista 6 punti

Zanetti a Venezia: quella promozione attesa 19 anni

leggi anche La classifica del ritorno: Salernitana 14^ e salva

Termina così l’avventura di Paolo Zanetti sulla panchina del Venezia. L’allenatore classe 1982 nello scorso campionato di Serie B aveva centrato, al primo anno sulla panchina dei veneti, una storica promozione in Serie A che mancava da diciannove anni. Dopo aver terminato la regular season al quinto posto, il Venezia di Zanetti riuscì a vincere il turno preliminare contro il Chievo Verona, a battere il Lecce in semifinale e a superare il Cittadella nell’atto conclusivo conquistando la promozione. Dopo la vittoria del campionato il club prolungò il contratto dell’allenatore veneto fino al 30 giugno 2025

sport.sky.it

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *