Viva Italia

Informazione libera e indipendente

Velma: la serie spin-off di Scooby Doo bombardata di recensioni …

Non stanno certamente passando inosservate le numerose recensioni negative apparse online per Velma, la serie spin-off di Scooby Doo che ha debuttato sulla piattaforma di HBO Max solamente pochi giorni fa.

Lo show, vietato addirittura ai minori di 18 anni oltreoceano, doveva essere il prequel che avrebbe cavalcato il successo di altre serie animate in stile Harley Quinn ma, invece, è stato subito bocciato sia su Rotten Tomatoes che su IMDb. Ma si tratta di review bombing o, questa volta, c’è un motivo valido per cui tutti sembrano essere così arrabbiati?

Velma, la serie prequel / spin-off di Scooby Doo che non piace (quasi) a nessuno

Nel momento in cui vi scrivo, la serie ha raggiunto lo sconfortante rating del 7% su Rotten Tomatoes, dov’è riuscita a collezionare quasi 4000 recensioni del pubblico in poche ore (perlopiù negative, ovviamente). Su IMDb, se possibile, le cose sono ancora peggiori. Qui, Velma che ha collezionato solo 1,5 stelle su 10, su oltre 15.000 recensioni totali.

Tutto questo potrebbe indurre molti a pensare che si tratti dell’ennesimo caso di review bombing, dovuto magari al fatto che stiamo parlando di una serie che stravolge i personaggi di una serie animata cult come quella di Scooby-Doo e, forse, è anche un po’ così. D’altronde, il caso delle recensioni negative delle prime ore de Gli Anelli del Potere di Amazon è ancora fresco nella memoria tutti.

Una Velma asiatica, una Daphne sud-asiatica e di uno Shaggy nero, hanno probabilmente inciso sul numero davvero stratosferico di recensioni negative apparse online in poche ore. Detto questo, anche la critica a stelle e strisce, decisamente più moderata dello spettatore medio, non sembra aver gradito Velma, bloccandola ad un debole punteggio del 55% di critica sullo stesso Rotten Tomatoes.

Il giornalista Emmanuel Gomez di LRMOnline, ad esempio, ha twittato i suoi ringraziamenti per lo show, per avergli “ricordato che Scooby-Doo è la star della banda”. Ha detto che “il meta-approccio di Velma è a volte prepotente” e che lo show “è semplicemente brutto”.

Entertainment Weekly afferma invece che “Velma sostituisce la vecchia sensibilità burlona con una grossolana inutilità di nomi”, mentre The Wrap ha concluso la sua recensione con una domanda che è anche una provocazione: “nello sviluppo di “Velma”, dove è andato tutto così terribilmente storto?”.

Certo, c’è anche chi ha apprezzato maggiormente la serie come l’Huffington Post, il quale afferma che “il tema adolescenziale e di genere è talmente intriso in ogni linea di dialogo di “Velma” che è impossibile non apprezzarla nonostante i suoi difetti.” 

È forse ancora presto per tirare le somme, ma non potremmo fingerci sorpresi se Velma non venisse rinnovata per una seconda stagione.

Fonte: news.google.com

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *