Viva Italia

Informazione libera e indipendente

Vaccini nel Lazio, tutti i dati. E D’Amato promette: “Ora ulteriore accelerazione”

Carlo Testimona 23 maggio 2021 12:51

Corrono le vaccinazioni e il Lazio si conferma tra le regioni locomotiva. L’assessore alla Sanità Alessio D’Amato, pur soddisfatto, non abbassa la guardia e non vuole cullarsi sugli allori. Nuovi obiettivi, nuovi problemi da superare, nuove sfide. I dati, come detto, sono incoraggianti: “Ad oggi nel Lazio oltre due milioni di cittadini hanno ricevuto almeno una dose di vaccino, si tratta del 41,5% della popolazione target”. In totale il numero delle dosi inoculate corre verso i 3 milioni.

Ad oggi gli over 80 che hanno concluso il ciclo vaccinale sono l’85% mentre il 92% ha ricevuto la prima dose. Gli over 70 che hanno ricevuto le due dosi di vaccino sono il 36% e l’80% ha ricevuto la prima dose. Per quanto riguarda gli over 60, il 66% ha ricevuto la prima dose di vaccino e il 16% ha già concluso il ciclo vaccinale. Gli over 50 che hanno ricevuto la prima dose sono il 39% prima dose e il 12% ha concluso il ciclo. Infine, gli over 40 che hanno ricevuto la prima dose sono il 18,5%, mentre l’8,8% ha concluso il ciclo vaccinale”.

dosisomminnistrate-2

Secondo D’Amato si tratta di “un risultato importante e adesso dobbiamo ulteriormente accelerare attraverso i medici di medicina generale, che hanno già registrato oltre 300mila vaccinazioni, e le farmacie, le cui prenotazioni partiranno domani, una rete capillare che serve per recuperare gli indecisi alla vaccinazione”. 

Al via anche la sfida dei maturandi: “Questa settimana sarà importante anche perché giovedì si apriranno le prenotazioni per le vaccinazioni dei maturandi, un impegno particolarmente importante che confermiamo per mettere in sicurezza gli studenti durante l’esame di maturità, la platea interessata è di circa 50mila ragazze e ragazzi che al termine della somministrazione riceveranno in dono una copia della Costituzione italiana”.

Lazio che vaccina anche i non residenti e il personale delle ambasciate. Vaccinati che richiedono, secondo D’Amato, un riequilibrio delle quote. “Con il generale Figliuolo c’è una totale sintonia e bene ha fatto il presidente della Conferenza delle Regioni Massimiliano Fedriga a dichiarare come sia ottimo il rapporto fra le regioni e la struttura commissariale. Il Lazio, anche questa settimana, viaggia sopra gli obiettivi e ha già somministrato la prima dose ad oltre il 40% della popolazione target. Aspettiamo 100mila dosi per compensare le vaccinazioni fatte ai non residenti e al personale delle ambasciate”.

Fonte: news.google.com

Doroteo Cremonesi

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *