Viva Italia

Informazione libera e indipendente

Un mondiale deciso da Gpv e mini Race?!?

Mi metto avanti con il lavoro.
Premessa.
Non credo accadrà, la mia impressione, per quel niente che vale!, è che Hamilton disponga ancora di un vantaggio di macchina.
Però.
Sarebbe giusto (intendo in senso etico, qualcuno ancora si ostina a considerare l’etica un valore, eh) se il titolo fosse deciso dal punto del giro veloce e dai punti assegnati nelle tre mini Race?
Tra l’altro, i 100 km del sabato nemmeno erano ufficialmente previsti, quando il campionato è iniziato.
Io sono molto, molto perplesso.
Aggiungo che sul valore del Gpv, magari ottenuto montando la gomma fresca a due minuti dalla bandiera a scacchi, insomma, sono tremendamente scettico, anche perché andai in depressione quando nel 2019, da Baku, mi toccò ascoltare l’infelice, celebre esternazione di John Elkann.
Si può attribuire un mondiale in base a verdetti estranei all’ordine d’arrivo della domenica?
A voi.

Fonte: quotidiano.net

Doroteo Cremonesi

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *