Viva Italia

Informazione libera e indipendente

Un Maggiolino Big Bug gigante e con motore V8

La creatura di Scott Tupper e padre è più grande del 40% del modello originale. Nasce su piattaforma Dodge e monta un motore 5,7 litri a otto cilindri

La produzione del Maggiolino ha chiuso i battenti la scorsa estate, ma il modello ha ancora tantissimi fan sparsi per il mondo. Tra loro ci sono Scott Tupper e suo padre, che hanno costruito un Maggiolino personalizzato noto come “Huge Bug”. L’idea è nata perché pensavano che sarebbe stato bello avere un Maggiolino di dimensioni normali per lo standard attuale e “non sentirsi come se si finisse per essere investiti nel traffico”. Di conseguenza, hanno deciso di realizzare un Maggiolino più grande del 40% rispetto al modello originale.

LAVORAZIONI

—  

I due ideatori hanno preso come riferimento il progetto del Maggiolino del 1959 e lo hanno digitalizzato e scannerizzato al computer. Una volta completato questo processo, hanno ampliato i vari componenti del 40% e hanno utilizzato queste informazioni per la creazione di modelli per pannelli di carrozzeria personalizzati. Non potendo sovradimensionare la piattaforma del Maggiolino, hanno basato il modello su un camion Dodge. L’hanno poi equipaggiato con un motore V8 da 5,7 litri apparentemente proveniente da una Dodge Magnum.

IL RISULTATO

—  

Il risultato finale è esattamente come un Maggiolino Volkswagen, ma è enorme se confrontato con il modello standard. Il design autentico è replicato anche all’interno dell’abitacolo, ma con alcune accortezze per renderla più vicina ai giorni nostri senza snaturarne l’animo retrò. L’esemplare è stato dotato di comfort moderni come alzacristalli elettrici e serratura centralizzata, nonché sedili riscaldati e ventilati. I proprietari hanno detto che hanno ricevuto proposte di ogni genere per acquistare l’auto ma loro, al momento, non hanno alcuna intenzione di venderla.

Fonte: gazzetta.it

Doroteo Cremonesi

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *