Viva Italia

Informazione libera e indipendente

Un aiuto allo sport di base: un contest mette sul piatto fino a 100 mila euro in attrezzature

Il progetto Lavazza, in collaborazione con Sport e Salute, per aiutare le circa 121mila società e associazioni sportive dilettantistiche colpite duramente dal Covid

Il delirio delle feste per il trionfo della Nazionale e l’emozione di un italiano, Matteo Berrettini, nella finale di Wimbledon dopo 144 anni. Ma per arrivare al vertice della piramide bisogna aiutare e in qualche caso a ricostruire la base, una base terremotata dagli effetti del Covid. Proprio da questa fotografia, parte l’iniziativa lanciata dal gruppo Lavazza in partnership con Sport e Salute presentata questa mattina al circolo tennis del Foro Italico, quello degli Internazionali d’Italia di tennis. L’obiettivo è chiaro: mettere a disposizione risorse preziose per alcune delle 121mila società sportive (fra federazioni ed enti di promozione) italiane, dedicarsi al primo chilometro del percorso sportivo, quello indispensabile per provare a tagliare il traguardo. Il progetto “Lavazza per lo sport” prenderà il via il prossimo 3 agosto e permetterà alle ASD italiane di aggiudicarsi buoni per attrezzature e abbigliamento sportivo del valore complessivo di 100mila euro. Il tutto grazie a un contest che consentirà agli acquirenti del prodotto di supportare attraverso un meccanismo di voto virtuale la propria società sportiva preferita. E ciascuna ASD potrà mettersi alla prova attraverso una serie di ‘Tik Tok Challenges’ sfidando le altre associazioni con l’obiettivo di scalare la classifica nazionale e ottenere il maggior numero di voti (tutte le info su www.lavazza.it/lavazzaperlosport ).

Passioni ed emozioni

—  

Alla presentazione di stamattina c’era Igor Nuzzi, Regional Director Italia e Svizzera del Gruppo Lavazza: “In questi anni l’impegno di Lavazza nello sport è cresciuto in modo significativo, conquistando anno dopo anno i tanti appassionati nei più prestigiosi contesti internazionali. Oggi siamo pronti a una nuova sfida sostenendo le migliaia di associazioni e società sportive in difficoltà”. Un tema, questo degli effetti della pandemia, affrontato anche da Vito Cozzoli, presidente e amministratore delegato di Sport e Salute: “L’associazionismo è l’ossatura del sistema sportivo italiano, un palcoscenico fatto di passioni ed emozioni almeno quanto quelli professionistici. Non poteva esserci un partner migliore di Lavazza per la nostra società”. Al battesimo dell’iniziativa anche Claudio Marchisio, Manuela Di Centa e Luigi Mastrangelo. La sfida per aiutare le società comincerà proprio nel cuore dell’Olimpiade di Tokyo.

Fonte: gazzetta.it

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *