Viva Italia

Informazione libera e indipendente

Tricolore e motori vanto dell’Italia per il 2 giugno a Doha

(ANSA) – ROMA, 06 GIU – Un grattacielo illuminato con il
rosso, il bianco e il verde che svetta tra i palazzi di Doha,
visibile da ogni angolo della città che, per qualche ora, è
diventata anche un po’ italiana. Si è celebrata il 5 di giugno
la Festa della Repubblica, evento organizzato dall’Ambasciata
d’Italia che ha riunito esponenti di spicco della società
qatarina, del corpo diplomatico e tanti membri della comunità
italiana. Tra i presenti il ministro della Giustizia Masoud bin
Mohammed Al Ameri, quello della Municipalità Abdulla bin
Abdulaziz Al Subaie e il Ministro di Stato Hamad bin Abulaziz Al
Kuwari.
    Ad accogliere gli ospiti che varcavano la soglia del nuovo
Banyan Tree Hotel di Musheireb, i motori, vanto dell’Italia:
dalla Vespa alla Maserati, passando per Ducati, Alfa Romeo,
Ferrari e l’immancabile 500.
    “Lo stesso spirito di novità e entusiasmo che ha portato gli
italiani, il 2 giugno del 1946, a votare per la Repubblica,
rivive oggi qui: dopo due anni di pandemia, finalmente ci
riuniamo per festeggiare il Nostro Paese – ha esordito
l’ambasciatore Alessandro Prunas – Oggi è un giorno importante
non solo per celebrare la nostra Repubblica, ma anche per
ribadire l’amicizia che lega Italia e Qatar”. Nel 2022,
infatti, ricorre il 50esimo anniversario dell’avvio delle
relazioni diplomatiche tra i due Paesi e i 30 anni dall’apertura
dell’Ambasciata a Doha.
    Le relazioni bilaterali non sono mai state così forti: il 14
febbraio si è inaugurato il Dialogo Strategico tra Italia e
Qatar sotto la Presidenza del Ministro Luigi Di Maio e del suo
omologo qatarino Sceicco Mohammed bin Abdulrahman Al Thani e
l’interscambio commerciale tra i due Paesi è cresciuto del 76
per cento nel 2021. Numeri che consacrano il Bel Paese come
quarto fornitore di Doha nel primo trimestre 2022.
    “L’evento principale di quest’anno sarà la Coppa del Mondo
Fifa. Purtroppo l’Italia non parteciperà al torneo, ma il nostro
Paese continuerà ad affiancare il Qatar per garantirne la buona
riuscita. La cooperazione tra le forze di sicurezza dei due
paesi contribuirà alla sicurezza dell’evento, mentre le nostre
aziende hanno avuti tanta parte nella costruzione delle
infrastrutture necessarie per ospitare il Mondiale: una su tutte
l’iconico stadio di ‘Al Bayt’ ad Al Khor”, ha concluso Prunas.
    Durante l’evento, tutto dedicato allo stile e alla cultura
italiana, è stata presentata la candidatura di Roma per l’Expo
Universale del 2030.
    A testimonianza dello straordinario dinamismo dei rapporti
economici e commerciali tra Italia e Qatar l’evento, che ha
riscosso grande successo, è stato realizzato anche grazie
all’aiuto di generosi sponsor: Alfardan Automobiles, B-Cube,
WeBuild, Fincantieri, Marcegaglia, Rosetti Marino, Fifty One
East, Enav, Lulu, Beretta, Intesa Sanpaolo, Kiko, Eataly, Boggi,
Technogym, Leonardo, Mbda, Santa Margerita. (ANSA).
   

Fonte: ansa.it

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *