Viva Italia

Informazione libera e indipendente

Toyota Yaris 2020: l’evoluzione ibrida nel segmento B

La nuova generazione della “compattissima” giapponese mette in evidenza una notevole maturità di progetto, merito di un attento programma di evoluzione tecnologica.

Si è evoluta in modo radicale; è anzi possibile dire che sia “cresciuta”, non tanto negli ingombri esterni, che sono anzi leggermente più piccoli; quanto nelle doti di abitabilità tipici del modello, e qui ulteriormente rafforzate in virtù dell’adozione di una piattaforma completamente nuova; così come nelle dotazioni (già piuttosto “ricche” nelle serie precedenti) e nell’impostazione estetica.

Modello cruciale per l’Europa

È Toyota Yaris 2020, nuova generazione della “compattissima” di Valenciennes, l’impianto di produzione Toyota Motor Manufacturing France dove viene assemblata (e, in previsione del montaggio dei veicoli sulla nuova piattaforma modulare, sottoposto anch’esso ad un sostanziale re-engineering che ha richiesto un investimento complessivo nell’ordine di 300 milioni di euro).

Un modello-chiave per il prossimo futuro Toyota, in special modo nell’ottica europea dove le vetture di fascia “inferiore” rivestono un ruolo di primo piano (cifre alla mano, Toyota Yaris, diventata nei primi vent’anni di produzione, il modello più importante a livello europeo, ha visto aumentare in maniera costante i propri volumi di vendita e quota di mercato; nel 2019, con circa 224.000 nuove unità immesse in circolazione, ha conquistato il 7,6% nell’ultra-competitivo segmento B, tanto da essere diventata il modello Toyota più venduto nel “Vecchio Continente”, con volumi che hanno raggiunto il 22% del totale vendite Toyota in Europa).

L’importanza di Toyota Yaris si identifica anche nelle sfide verso le quali l’intero comparto automotive è chiamato a guardare con la massima attenzione, non fosse altro per le nuove normative di progressiva riduzione dei limiti di emissioni di CO2 dalla media di produzione per ciascuna Casa costruttrice. Per questo, il “maquillage” (o, per meglio dire: il cambio di abito) che ha interessato la quarta generazione di Toyota Yaris punta notevolmente i propri riflettori su uno sviluppo di immagine che tiene conto di un rinnovato “appeal” esteriore ma anche – e per certi versi soprattutto – della dinamicità complessiva del veicolo.

Già ordinabile in Italia

Merito, in questo caso, anche della nuova piattaforma modulare Tnga-B (Toyota New Global Architecture dedicata ai modelli “supercompatti” del Costruttore giapponese)  Ma andiamo con ordine, iniziando con una prima conferma della timeline di esordio su strada: Toyota Yaris 2020 – declinata nelle due configurazioni 1.0 benzina e 1.5 Hybrid – è già disponibile alle ordinazioni in Italia, con prezzi “chiavi in mano” che partono da 21.500 euro per la variante Hybrid Active (tipologia di alimentazione che, è facile ipotizzare, riscuoterà un notevole successo).

Com’è vista da fuori: simpaticamente sportiva

L’evoluzione di stile, fra la precedente terza serie e la nuova quarta generazione che si prepara a “sbarcare” sul mercato, è notevole, sebbene frutto di uno sviluppo che partiva da un’immagine piacevole. Nella quarta serie, Toyota Yaris mette in evidenza un’espressività ancor più dinamica, che strizza l’occhio ad una certa sportività e ad un tipo di clientela giovane. Elementi peculiari del nuovo corso stilistico, il frontale che sembra disegnato intorno al monogramma Toyota e provvisto di una fanaleria “a mascherina” che si prolunga verso i parafanghi anteriori, lo stile “muscoloso” delle fiancate e un’impressione di “slancio” conferita al profilo laterale. Apprezzabile il ribassamento adottato dal cofano anteriore: un accorgimento che consente una ancora migliore visuale in avanti.

Tutto questo (ed anche altro, come vedremo) grazie alla nuova piattaforma, che regala al corpo vettura di Yaris 2020 un po’ di lunghezza in meno (ora misura 3,94 m in senso longitudinale), ma anche 50 mm in più in larghezza (1,74 m) e “perde” altri 50 mm in altezza. Il passo è, invece, di 2.560 mm (siamo quasi sui cento pollici “tondi tondi”, per dirla all’inglese): e ne guadagna l’abitabilità.

Abitacolo: amplia la concezione di abitabilità “alla giapponese”

La necessità di offrire una vettura “baby fuori” ma grande dentro rappresenta uno dei punti fermi per molte Case costruttrici. I tecnici Toyota hanno in questo senso adottato il concetto “Less is More”, proprio per identificare come, in meno di quattro metri (3,94, per l’esattezza, cioè 5 mm in meno) sia stato possibile evolvere ulteriormente la cura nell’esecuzione dei rivestimenti e nella scelta dei materiali, nonché la peculiarità “piccola fuori, grande dentro” che da vent’anni ne rappresenta una delle caratteristiche di rilievo.

La nuova piattaforma Tnga-B ha consentito, fra l’altro, di ottenere 30 mm in più in larghezza fra conducente e passeggero anteriore, una collocazione arretrata di ben 60 mm dei sedili anteriori (e 21 mm di “punto d’anca” più in basso), una maggiore estensione di regolazione del volante in modo da poterlo avvicinare di 77 mm al conducente. Da notare il ricorso a materiali “premium” per il rivestimento della plancia “soft-touch”, dei sedili e dei pannelli porta.

Buona, in relazione agli impieghi urbani, metropolitani o inter-city che ne rappresentano il principale “campo d’azione”, la capacità del vano bagagli: nel normale assetto di marcia, Toyota Yaris offre un volume di carico di 286 litri, che può in ogni caso aumentare se si abbatte lo schienale posteriore (frazionato nello schema 40 : 60).

I prezzi e gli allestimenti

Toyota Yaris 2020 viene proposta (esclusivamente in configurazione cinque porte) in tre e cinque configurazioni di gamma, in funzione del tipo di alimentazione.

Versioni benzina

  • Active
  • Trend
  • Dynamic.

Versioni ibride

  • Active
  • Trend
  • Lounge
  • Style
  • Premiere.

Gli importi di vendita sono sostanzialmente immutati rispetto alla precedente serie. Di seguito il dettaglio dei prezzi “chiavi in mano”.

Toyota Yaris 2020 benzina

  • Yaris 1.0 Active: 17.200 euro
  • Yaris 1.0 Trend: 18.200 euro
  • Yaris 1.0 Dynamic: 19.700 euro.

Toyota Yaris 2020 ibrida

  • Yaris Hybrid Active: 21.500 euro
  • Yaris Hybrid Trend: 22.500 euro
  • Yaris Hybrid Lounge: 24.000 euro
  • Yaris Hybrid Style: 24.000 euro
  • Yaris Hybrid Premiere: 25.500 euro.

I termini di garanzia

  • 3 anni o 100.000 km per tutte le versioni
  • 5 anni 0 100.000 km sulle componenti ibride.

WeHybrid: chi guida più “green” risparmia di più

Una delle caratteristiche cui Toyota Yaris è chiamata a contribuire è l’attenzione all’ambiente. Per gli automobilisti, ciò può tradursi in una (piacevole) attenzione al portafoglio. Ovvero: se lo stile di guida è il più fluido e “calibrato” possibile -condizioni essenziali per sfruttare al meglio le peculiarità dell’alimentazione ibrida – Toyota lo “promuove” attraverso una formula di incentivo ad hoc.

Si tratta del contratto di assicurazione WeHybrid Insurance, nel quale il sottoscrittore paga un premio Rc Auto – che viene determinato mensilmente, non occorre perciò pagare in anticipo – in base alla propria guida eco friendly: i km percorsi in modalità 100% elettrica non vengono conteggiati, e quelli percorsi con l’unità 1.5 benzina costano 4 centesimi al km (5 cent/km se si sceglie la polizza Kasko). Un analogo concetto viene applicato nel programma di manutenzione: con WeHybrid Service, l’utente di Toyota Yaris 1.5 Hybrid riceve uno sconto dal primo tagliando, previa percorrenza effettuata per il 50% in elettrico in un determinato periodo; lo sconto aumenta se i km percorsi “a zero emissioni” siano stati almeno del 60%.

Le principali dotazioni

Nell’analisi degli equipaggiamenti di Toyota Yaris 2020, prendiamo in esame quanto portato in dote dalla configurazione “Active” di ingresso alla gamma: un assortimento di componenti ed accessori già decisamente ben fornito.

Esterni

  • Cerchi in acciaio da 15” con pneumatici da 185/65 R15 (a richiesta cerchi in lega da 15”con la medesima misura di gomme)
  • Chiusura centralizzata con telecomando
  • Gruppi ottici alogeni
  • Maniglie porta e gusci degli specchi retrovisori in tinta carrozzeria
  • Sensore pioggia
  • Sensore luci
  • Spoiler posteriore
  • Telecamera posteriore di assistenza alle manovre di parcheggio.

Interni

  • Bracciolo centrale provvisto di vano supplementare portaoggetti
  • Climatizzatore automatico
  • Comandi multifunzione al volante
  • Volante rivestito in pelle, regolabile in altezza ed in profondità
  • Computer di bordo multifunzione
  • Display multi-informazioni con schermo da 4.2” e tachimetro analogico
  • Finiture abitacolo in materiale soft-touch
  • Immobilizer
  • Rivestimenti in tessuto
  • Rivestimento in pelle per il pomello della leva del cambio
  • Protezione per il vano di carico
  • Sedili posteriori abbattibili a schema 60 : 40
  • Sedile conducente regolabile in altezza.

Dotazioni multimediali

Modulo infotainment Toyota Touch 3 con display touch da 7”, integrazione per smartphone compatibile con gli standard Apple CarPlay ed Android Auto; impianto audio digitale DAB a quattro altoparlanti (a richiesta è disponibile il sistema di navigazione).

Sistemi ADAS e dispositivi di sicurezza attiva

A bordo di Toyota Yaris 2020 fa bella mostra di se il modulo Toyota Safety-Sense, cioè il “pacchetto” di dotazioni (solitamente appannaggio di modelli di fascia superiore) rivolti ad un ampio grado di protezione attiva per conducenti e passeggeri. Ne fanno parte, in dettaglio:

  • PCS-Pre collision System con riconoscimento pedoni (anche nelle ore notturne) e ciclisti
  • RSA-Road Sign Assist di riconoscimento segnaletica stradale
  • LTA-Lane Trace Assist, di mantenimento attivo della corsia di marcia
  • LDA-Lane Departure Alert, di avviso superamento involontario della propria corsia
  • AHB-Auto High Beam, di controllo automatico dei fari abbaglianti
  • IS-Intersection Support, di assistenza negli incroci
  • ESA-Emergency Steering Assist, di assistenza alla sterzata d’emergenza.

Il Toyota Safety Sense integra il Cruise Control adattivo i-ACC (intelligent Adaptive Cruise Control) con funzione Stop&Go.

Ulteriori dotazioni di sicurezza: disattivazione airbag frontale lato passeggero, freno di stazionamento elettrico, kit di riparazione pneumatici, luci di emergenza attive, piantone dello sterzo collassabile, sistema di ritenuta Isofix.

Motorizzazioni: ecco il 1.5 ibrido a tre cilindri

“Big news” portata in dote dalla quarta generazione di Toyota Yaris Hybrid, è l’unità motrice 1.5 tricilindrica a ciclo Atkinson con fasatura variabile delle valvole. Si tratta, in sostanza, di una versione “small” dei più grandi 2.0 e 2.5 attualmente impiegati a bordo di Toyota Corolla e Toyota Rav4, tutti sviluppati con la medesima attenzione relativa al peso e alle dimensioni delle componenti per ottenere il massimo in termini di consumi ed emissioni (attenzione agli attriti interni ed alle perdite meccaniche, ottimizzazione dei processi di combustione, con l’obiettivo di tenere sotto controllo i consumi, l’erogazione della forza motrice anche a regimi medio-bassi ed un nuovo sistema di controbilanciamento studiato per ridurre il rumore e le vibrazioni provenienti dal motore).

La batteria di alimentazione è agli ioni di litio anziché al Nickel-metallo idruro. La capacità è maggiore, e all’atto pratico si riflette, come indicato dai tecnici Toyota in occasione del “vernissage”, in un 40% di rendimento termico, in un guadagno del 20% relativamente ai consumi ed alle emissioni di CO2, ed in un 15% di potenza in più.

La scheda tecnica

Ingombri esterni

  • Lunghezza: 3,94 m
  • Larghezza: 1,74 m
  • Altezza: 1,5 m
  • Passo: 2.560 mm
  • Carreggiata anteriore: 1.521-1.531 mm (1.0 benzina); 1.518-1.531 mm (versione 1.5 Hybrid) in funzione del tipo di ruote adottato
  • Carreggiata posteriore: 1.514-1.524 mm (1.0 benzina); 1.514-1.528 mm (1.5 Hybrid) in funzione del tipo di ruote adottato
  • Sbalzo anteriore: 790 mm
  • Sbalzo posteriore: 590 mm
  • Altezza minima da terra: 132 mm (1.0 benzina); 135 mm (1.5 Hybrid)
  • Capacità serbatoio carburante: 42 litri (1.0 benzina); 36 litri (1.5 Hybrid).
  • Capacità del bagagliaio: 286 litri nel normale assetto di marcia.

Pesi

  • Massa a vuoto: 960 kg (1.0 benzina); 1.085-1.095 kg (1.5 Hybrid)
  • Massa complessiva: 1.470 kg (1.0 benzina); 1.615 kg (1.5 Hybrid)
  • Capacità di traino frenata: 750 kg (1.0 benzina); 450 kg (1.5 Hybrid)
  • Capacità di traino non frenata: 520 kg (1.0 benzina); 450 kg (1.5 Hybrid).

Sospensioni

  • Anteriori: tipo McPherson con barra stabilizzatrice
  • Posteriori: ad assale torcente.

Sterzo

  • Diametro minimo di sterzata fra marciapiedi: 9,8 m (con cerchi da 15”); 10,4 m (con cerchi da 16” e da 17”)
  • Diametro minimo di sterzata fra muri: 10,4 m (con cerchi da 15”); 11 m (con cerchi da 16” e da 17”).
  • Servosterzo: ad azionamento elettrico.

Ruote

  • Misure di cerchio adottate: 15” e 16” (1.0 benzina); 15”, 16” e 17” (1.5 Hybrid)
  • Pneumatici: 185/65 R 15 e 195/55 R 16 (1.0 benzina); 185/65 R 15, 195/55 R 16 e 205/45 R 17 (1.5 Hybrid).

Propulsione

Toyota Yaris benzina

  • Tipo motore: 3 cilindri in linea
  • Cilindrata totale: 998 cc
  • Alesaggio x corsa: 71,0 x 84 mm
  • Rapporto di compressione: 11,8:1
  • Distribuzione: quattro valvole per cilindro, doppio albero a camme in testa con sistema VVT di variazione continua delle valvole di aspirazione
  • Potenza massima: 72 CV a 6.000 giri/min
  • Coppia massima: 93 Nm a 4.400 giri/min
  • Trasmissione: cambio manuale a cinque rapporti; trazione anteriore.

Toyota Yaris Hybrid

  • Motore: 3 cilindri in linea
  • Cilindrata totale: 1.490 cc
  • Alesaggio x corsa: 80,5 x 97,6 mm
  • Rapporto di compressione: 14:1
  • Distribuzione: quattro valvole per cilindro, doppio albero a camme in testa con sistema VVT-iE
  • Potenza massima: 92 CV a 5.500 giri/min
  • Coppia massima: 120 Nm fra 3.600 e 4.800 giri/min
  • Motore elettrico: potenza massima 80 CV; coppia massima 141 Nm
  • Alimentazione: batterie agli ioni di litio da 177,6V di tensione nominale e 4,3Ah
  • Trasmissione: E-CVT a variazione continua; trazione anteriore.

Valori prestazionali

  • Velocità massima: 160 km/h (1.0 benzina); 175 km/h (1.5 Hybrid)
  • Tempo di accelerazione da 0 a 100 km/h: 14”6 (1.0 benzina); 9”7 (1.5 Hybrid)
  • Consumi ed emissioni a ciclo combinato WLTP: 17,9-18,8 km con un litro (1.0 benzina); 20,3-26,6 km con un litro (1.5 Hybrid); 121-127 g/km di CO2 (1.0 benzina); 85-112 g/km di CO2 (1.5 Hybrid); 0,021 g/km di ossidi di azoto (1.0 benzina); 0,010 g/km di ossidi di azoto (1.5 Hybrid).

Fonte: motori.it

Doroteo Cremonesi

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *