Viva Italia

Informazione libera e indipendente

Torna la Giunta Coni (con la Pellegrini) ma la riforma dello sport è ancora ferma

Si riparte: martedì prossimo, 14 settembre, a Palazzo H si terrà al mattino la 1118a Giunta del Coni e nel primo pomeriggio il Consiglio Nazionale numero 284, il parlamento dello sport. E’ il giorno del debutto di Federica Pellegrini: la campionessa del nuoto a Tokyo è stata eletta membro Cio in quota atleti, ed è stata brava a conquistarsi i voti. Entra quindi in Giunta Coni con pieni diritti, così come presto entrerà anche nel cda di Milano-Cortina 2026 (vedi Spy Calcio del 29 agosto) e in varie commissioni del Cio. Dovrà studiare molto se vuole avere una carriera dirigenziale all’altezza di quello sportiva (a proposito, nel maggio 2025 si vota per il Coni…). Giovanni Malagò è tornato da Tokyo più forte, merito delle 40 medaglie e dell’interessamento di alcuni leader politici, ora come in passato, nei suoi confronti. Ma lui è uomo di sport e resterà allo sport: al Coni sino al 2025, poi alla guida di Milano-Cortina e membro Cio sino al 2029. Il lavoro non gli manca di sicuro. Con una certa politica che voleva metterlo in un cantuccio, Malagò è ancora ai ferri corti, pronto a duellare se necessario, lo fa da anni ormai e quella riforma dello sport da anni è lì che galleggia fra alti (pochi) e bassi. Molti presidenti di Federazione vorrebbero andare all’assalto già martedì prossimo ma i partiti politici sono assai distratti, almeno sino ad ottobre, dalle elezioni amministrative. Certo, prima poi andrà chiarito quali sono compiti e competenze di Coni e Sport e Salute, proprio per mettere nelle migliori condizioni di lavoro sia Malagò che Vito Cozzoli.

Francesco Ricci Bitti, in una intervista a www.sportolimpico.it, parla di un Coni che dal “dicembre 2018 è ingabbiato da una riforma incompleta e sottilmente punitiva”. Il presidente dell’Asoif, l’associazione delle Federazioni olimpiche e dirigente molto ascoltato da Bach, è convinto che sia difficile che Coni e Sport e Salute si possano mettere d’accordo fra di loro, opinione condivisa peraltro da altri presidenti. Per questo spiega: “Una entità temporanea e terza forse potrebbe più facilmente trovare un compromesso accettabile alle parti e adottato dall’autorità politica competente. Tale procedura non sarebbe originale essendo più o meno quella seguita dalle varie riforme del sistema sportivo in Paesi come la Germania, l’Inghilterra e più recentemente gli Stati Uniti”. In pratica una commissione arbitrale di esperti: nessun politico ma persone competenti che conoscono la materia, come appunto Ricci Bitti che queste cose le diceva due anni fa a Giorgetti.

“Sport City Day”, protagonisti gli atleti delle Fiamme Gialle

Lo Sport City Day del 19 settembre si arricchisce di un nutrito gruppo di atleti delle Fiamme Gialle, che saranno i testimonial dell’evento in diverse città italiane, valorizzando così la campagna della Fondazione Sport City che ha l’obiettivo di studiare l’impatto dello sport e dell’attività fisica sul benessere delle aree urbane e sulla qualità della vita dei cittadini. Nello specifico, partendo dal sud, a Catania sarà in piazza l’ex astista Giuseppe Gibilisco, una leggenda dello sport italiano, a Bari il canottiere Domenico Montrone e a Reggio Calabria la tiratrice Sara Costantino. A Roma, il protagonista sarà il bronzo olimpico del triplo Fabrizio Donato, a Firenze il già campione del mondo dei 400 ostacoli Fabrizio Mori, a Milano il giovane nuotatore Giacomo Carini, argento e bronzo ai Giochi olimpici giovanili nel 2014, a Padova invece ci sarà la coppia composta dalla schermitrice Benedetta Fusetti e lo sciatore Luca Del Fabbro, mentre a Venezia la velista Silvia Zennaro. SportCity Day è promosso dalla Fondazione SportCity in collaborazione con la Rappresentanza in Italia della Commissione europea e con il patrocinio di CONI, CIP, Sport e Salute, Istituto per il Credito Sportivo, Rai per il Sociale.

Fonte: repubblica.it

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *