Viva Italia

Informazione libera e indipendente

Tisane rilassanti alla lavanda: 6 proprietà benefiche – Lifestyle

La tisana alla lavanda sta diventando sempre più popolare in ambito erboristico. L’estratto principale, ricavato dalle specie del genere Lavandula, è ricco di principi attivi e di proprietà a favore dell’organismo.

La lavanda è calmante, carminativa e antispasmodica, ma questi sono soltanto alcuni dei suoi numerosi benefici. I fiori di questa pianta – necessari per preparare gli infusi – sono disponibili presso lo shop di My Nature Cup, un e-commerce specializzato che propone un ampio catalogo di erbe sfuse per tisane, infusi di frutta e provenienti da ogni parte del mondo.

La lavanda era conosciuta già all’epoca dei Romani e adoperata come emolliente per la pelle e per i capelli, poi con il passare del tempo si iniziò a utilizzare il suo aroma per profumare i mobili e le cassapanche delle dimore di campagna. Secolo dopo secolo, sulla lavanda sono stati condotti molti studi: oggi si sa, per esempio, che i suoi oli essenziali sono anche in grado di combattere i disturbi lievi derivanti dall’ansia.

Approfondiamo ancora di più l’argomento: perché le tisane alla lavanda fanno bene?

Gli effetti sedativi e tranquillizzanti della lavanda

Con i fiori della lavanda si preparano ottime tisane rilassanti: è stato provato che tali bevande possono aiutare davvero tanto a contrastare lo stress, il nervosismo, l’irrequietezza e l’angoscia.

Una piccola precisazione: se queste sensazioni si tramutano in veri e propri disturbi, è indispensabile consultare uno specialista per intraprendere un adeguato percorso di cura. In ogni caso la lavanda rappresenta un valido supporto per ritrovare la serenità e per scacciare l’agitazione. La sua capacità tonificante è notevole, ed è perfetta per il nostro buonumore!

Un prezioso alleato contro l’insonnia

Essendo calmante e blandamente sedativa la lavanda è ideale anche per conciliare il sonno, facendoci addormentare con più facilità e contribuendo alla continuità del riposo notturno.

Dormire bene è necessario per affrontare il giorno successivo con vigore ed energia. Non è raro che lo stress derivi proprio da un disturbo del sonno, che ci fa alzare dal letto ancora più stanchi di prima. La lavanda è una delle piante che ci sostengono da questo punto di vista: la cosa migliore è sorseggiare la tisana dopo cena, per godere di autentici istanti di relax.

La lavanda e l’apparato digerente

Le tisane alla lavanda sono anche complici dell’apparato digerente. A cosa è dovuto ciò?

· sono carminative, contribuiscono quindi all’eliminazione dei gas intestinali all’origine della flatulenza e del meteorismo;

· sono antispasmodiche, eccellenti contro il mal di pancia e i crampi addominali;

· sono antispastiche per la muscolatura liscia dell’intestino;

· favoriscono una corretta digestione e le normali funzioni intestinali.

Tutto questo dimostra che tali bevande sono benefiche non solo per la psiche ma anche per il corpo, senza dimenticare che l’ansia e i pensieri negativi provocano spesso dolori allo stomaco: la lavanda quindi è un aiuto a 360°!

Una tisana balsamica contro il raffreddore

Tra le proprietà della lavanda vi sono anche quelle antinfiammatorie e balsamiche. Questo è il motivo per cui le tisane in oggetto sono spesso consigliate a chi è colpito da malanni di stagione come la tosse e il raffreddore.

In questi casi, cerca di bere la tisana quanto più calda possibile: aspirane il profumo e assumi la bevanda a piccoli sorsi, vedrai che ti sentirai subito meglio.

Lavanda e mal di testa

La tisana ottenuta dalla lavanda concorre anche ad attenuare le emicranie. Quante volte, dopo una giornata particolarmente intensa, cadiamo preda di un fastidioso mal di testa? La lavanda è rilassante per i nervi e ci supporta in maniera straordinaria anche sotto questo aspetto.

Una pianta diuretica

Questa pianta svolge infine un’azione diuretica facilitando l’espulsione dei liquidi in eccesso dall’organismo, è molto efficace nella lotta al gonfiore addominale e interviene nell’eliminazione delle scorie dai tessuti.

La lavanda ha controindicazioni?

La lavanda è una di quelle piante che non possiedono controindicazioni. Certo, come sempre è preferibile evitare il sovradosaggio soprattutto nei bambini, ma nel complesso non sono stati notati effetti collaterali.

Le tisane rilassanti alla lavanda, dotate di un sapore molto gradevole e delicato, sono dunque un must per chi è frequentemente agitato e per chi non riesce a riposare bene di notte.

COMUNICATO STAMPA – Responsabilità editoriale Optimamente

Fonte: ansa.it

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *