Viva Italia

Informazione libera e indipendente

Tilden, Sampras, Federer: i plurivincitori Slam della storia superati da Nadal

In principio fu Hartley, con i suoi due Wimbledon nel 1879. Tilden il primo in doppia cifra, poi Emerson con 11 superato da Pistol Pete a 14, infine Roger e l’era irripetibile dei Big 3

Il venti-venti-venti non esiste più. Rafael Nadal è, dei “Big Three”, il primo a muovere la pedina in avanti e a toccare quota 21. Il successo in rimonta su Daniil Medvedev, giunto al termine di una finale epica durata 5 ore e 24 minuti, consente al maiorchino di guardare dall’alto i suoi due illustri colleghi. È la prima volta che Nadal ha in bacheca uno Slam in più di Federer e lo ha fatto grazie all’ennesima impresa di una carriera leggendaria. Dopo i 13 Roland Garros vinti, riappropriarsi della Norman Brookes Challenge Cup a 35 anni e 7 mesi, 13 anni dopo il primo successo del 2009, e dopo 5 mesi di lontananza dai campi, è qualcosa di inimmaginabile.

Il lungo inseguimento a Federer, durato dal giugno del 2005 a ora, è finito. Il capofila per numero di successi Slam ora è Nadal. Il primo tennista a vincere un torneo del Grande Slam è stato il primo campione di Wimbledon, ovvero Spencer Gore nel 1877. Il primo bi-campione Slam è stato il reverendo John Hartley, trionfatore a Wimbledon nel 1878 e 1879. Nel 1883 William Renshaw si è impadronito del record a quota 3 (3 Wimbledon di fila dal 1881 a 1883) e lo ha portato a 6 nel 1886 con la sesta vittoria di fila a Wimbledon. L’anno dopo, siamo nel 1887, Dick Sears ha conquistato i campionati degli Stati Uniti per la settima volta di fila e ha detenuto il record di Slam vinti per 38 anni fino al 1925 e all’ottavo centro di Bill Tilden.

Da Tilden a Sampras

—  

Nel 1930 Tilden lo ha portato in doppia cifra mantenendolo per 42 anni scarsi fino al 1967 e all’undicesimo titolo Slam di Roy Emerson. Emerson è stato il primatista per 33 anni fino al 2000, e al 13° Slam conquistato da Pete Sampras. Pistol Pete lo ha tenuto per soli 9 anni, fino a Wimbledon 2009 e al 15° Slam di Roger Federer. Lo svizzero, a sua volta, è stato il primatista assoluto fino a domenica scorsa. Dopo poco meno di 13 anni, siamo all’Open d’Australia 2022, lo svizzero lo ha ceduto definitivamente a Rafael Nadal che con il secondo titolo agli Australian Open tocca quota 21.

Longevità

—  

Rafael Nadal ha vinto il primo titolo Slam al Roland Garros del 2005. A oggi sono passati 16 anni e 7 mesi ed è il secondo tennista più longevo della storia dopo l’intramontabile Ken Rosewall: l’australiano ha vinto il primo Slam nel 1953 e l’ultimo nel 1972, esattamente 19 anni dopo. Con l’impresa della rimonta su Medvedev nella finale di Melbourne, Nadal si è messo alle spalle anche Roger Federer che tra la prima (Wimbledon 2003) e l’ultima vittoria Slam (Australian Open 2018) ha impiegato 14 anni e 6 mesi. Djokovic, che ha vinto il primo Slam nel 2008, per riprendere e migliorare il record di Nadal dovrebbe vincere l’Australian Open del 2025. Rafa è anche il primo tennista che in oltre 50 anni è riuscito a vincere l’Open d’Australia rimontando due set di svantaggio in finale. L’ultimo era stato Roy Emerson che aveva vinto i campionati d’Australia del 1965 battendo Fred Stolle per 7-9 2-6 6-4 7-5 6-1.

Guarda gli Australian Open su Discovery+. Attiva ora

Fonte: gazzetta.it

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *