Viva Italia

Informazione libera e indipendente

Telegram: cos’è e come funziona il social network

Da un po’ di tempo potreste aver notato che molti dei vostri contatti utilizzano in maniera frequente Telegram: si tratta di un’app per la messaggistica prossima ormai ai dieci anni di attività (è nata in Russia nel 2013) che con il tempo ha conquistato una fetta sempre più grande di pubblico. Merito delle sue tante caratteristiche vincenti tra cui la velocità di esecuzione, la sicurezza nelle chat e nella trasmissione dei media e la totale gratuità.

Del resto non può essere un caso se 700 milioni di persone ogni mese utilizzano Telegram, che continua a dare del filo da torcere a Whatsapp e agli altri competitor con le sue diverse funzionalità. Siete curiosi di sapere tutto quello che riguarda questo servizio di messaggistica prima di scaricarlo e provarlo sul vostro smartphone? Allora siete nel posto giusto.

Telegram: alcune caratteristiche

Come vi abbiamo anticipato, Telegram presenta diverse funzioni pregevoli che lo rendono interessante ed apprezzato nell’affollato panorama dei servizi di messaggistica. Ad esempio, sapevate che il servizio si basa sul cloud con chat crittografate? Questo significa, nello specifico, che tutte le conversazioni e gli allegati multimediali vengono salvati online e sono accessibili da qualsiasi dispositivo da cui effettuate l’accesso; in più, non impatta sulla memoria interna del vostro dispositivo.

Su Telegram, come su tutti i servizi di messaggistica web, potrete ovviamente inviare emoji, GIF, foto, video, messaggi vocali e tutto ciò che vi passa per la mente. L’app presenta tre strumenti aggiuntivi che la differenziano in maniera notevole dal resto: qui avrete la possibilità di creare dei canali (ossia conversazioni in cui una sola persona pubblica messaggi e viene seguita da altri), gruppi extra large e le interessanti chat segrete, ossia conversazioni dove i messaggi si autodistruggono. Dovete inoltre sapere che è un’app open source e personalizzabile grazie alle API: questo fa sì che giorno dopo giorno diventi sempre più completo e performante andando anche oltre lo status di semplice app per scambiare messaggi.

Scaricare e configurare Telegram

Partiamo dalle basi, ossia dal download e dalla configurazione del vostro account Telegram. Sul primo punto non ci soffermeremo troppo, essendo un’operazione piuttosto intuitiva e non diversa dallo scaricare qualsiasi app: aprite il vostro store (Play Store o Apple Store a seconda del dispositivo che utilizzate), trovate Telegram grazie alla barra di ricerca ed avviate il download con l’apposito pulsante. Una volta che l’applicazione sarà stata scaricata, la prima cosa che dovrete fare sarà eseguire l’accesso utilizzando il vostro numero di telefono: questo vale sia se utilizzate uno smartphone sia se volete chattare da PC. Per farlo dovete cliccare su Inizia a messaggiare ed inserire nella schermata principale il paese di provenienza e il vostro numero di cellulare: a questo punto, Telegram vi invierà un SMS con il codice di conferma che dovrete inserire nell’apposito spazio.

Vi segnaliamo che, se utilizzate Telegram da PC, potete anche eseguire l’accesso tramite QR Code, anche se questo comporta l’aver comunque effettuato precedentemente l’accesso al servizio tramite tablet o smartphone. Aprite l’app sul dispositivo mobile e cliccate su Impostazioni, seguite per Dispositivi e infine Scansiona codice QR: inquadrando il codice sullo schermo del vostro PC sarete così abilitati a scambiare messaggi.

telegram

SOPA Images Getty Images

Gruppi, canali e chat segrete

Tra le funzionalità più interessanti di Telegram, come vi abbiamo accennato, ci sono i gruppi, i canali e le chat segrete. Sui primi non ci soffermeremo troppo, essendo piuttosto intuitivi: l’elemento particolare di queste chat collettive è il fatto che possono essere private o pubbliche e che arrivano a raccogliere fino a ben 200.000 membri. Discorso a parte meritano i canali, che hanno un pubblico illimitato ma soltanto poche voci autorizzate a mandare messaggi (gli amministratori, nello specifico). Questi strumenti sono molto interessanti per ricevere aggiornamenti in tempo reale su qualsiasi tema, dallo sport alle serie tv passando per la politica, l’attualità e la tecnologia. Gli utenti possono interagire tra di loro soltanto al di sotto dei messaggi pubblicati, a patto che gli amministratori abbiano abilitato la funzione Discussione.

telegram

Smith Collection/Gado Getty Images

Come funzionano le chat segrete

Quella delle chat segrete è una delle funzioni più interessanti e particolari di Telegram, trattandosi di conversazioni dove i messaggi scompaiono dopo un determinato lasso di tempo. Non spaventatevi, usarle è molto semplice e imparerete subito come destreggiarvi nelle varie opzioni: per cominciare dovete cliccare sul contatto che vi interessa, andate sulle opzioni relative e selezionate Inizia chat segreta. A questo punto dovete impostare il timer di autodistruzione grazie all’opzione dedicata: si va da un minimo di un secondo a un massimo di 1 settimana; una volta che avrete deciso, cliccate su Fatto e avviate la vostra chat. Vi segnaliamo che, se usate Android, non potrete fare uno screenshot della conversazione, mentre sui sistemi iOS è possibile ma il vostro interlocutore riceverà immediatamente una notifica.

Fonte: news.google.com

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *