Viva Italia

Informazione libera e indipendente

Tagliando auto: quando farlo, cosa prevede, i costi

Il tagliando auto è fondamentale per mantenere in salute il proprio veicolo, spesso è odiato dagli automobilisti, soprattutto per le spese che comporta. È però molto importante per garantire la funzionalità delle componenti auto che sono più soggette all’usura. Il costo del tagliando auto infatti, a differenza di quello che spesso si pensa, non include solo il cambio olio e filtri, ma diversi controlli al motore, ai freni, alle luci, alla trasmissione e alle sospensioni.

Cos’è, a cosa serve, perché è importante

Chi vuole mantenere l’auto in condizioni di massima efficienza e sicurezza deve effettuare il tagliando a intervalli regolari. La semplice manutenzione infatti non basta, i segni del tempo e dell’usura si fanno sentire su qualsiasi mezzo e si possono trasformare in danni anche gravi.

Il tagliando auto è molto importante perché consente di provvedere alla sostituzione delle componenti auto più soggette all’usura, che possono andare anche a peggiorare le prestazioni della macchina. Il tagliando evita inconvenienti e problemi anche gravi, facendo in modo che l’auto rimanga efficiente e funzionale nel tempo. Le Case auto fissano delle scadenze precise per i tagliandi le auto, raccomandando anche quali controlli e interventi fare.

Gli interventi previsti

La logica del tagliando auto è intervenire prima che si verifichino dei malfunzionamenti o dei problemi meccanici all’auto, controllandola e mantenendola sempre in buona salute. Cosa prevede il tagliando auto:

  • prima di tutto un esame visivo, per capire se vi sono degli elementi da cambiare;
  • controllo e rabbocco dei fluidi: olio motore, refrigerante, lavavetri, liquido dei freni;
  • sostituzione dei filtri (olio, aria, abitacolo, carburante);
  • controllo della pressione delle gomme;
  • controllo trasmissione, efficienza dello sterzo, marmitta, climatizzatore, ammortizzatori e sospensioni;
  • verifica e sostituzione candele;
  • controllo luci e sistema frenante.

Quando bisogna farlo (e ogni quanto)

Non c’è una regola precisa da seguire per quanto riguarda gli intervalli temporali o chilometrici ai quali effettuare il tagliando, generalmente vengono indicati sul libretto d’uso e manutenzione della macchina. Il consiglio comunque è quello di fare il tagliando auto una volta all’anno oppure ogni 10.000/20.000 chilometri percorsi.

Se la vettura invece utilizza lubrificanti “longlife”, allora i tagliandi di possono fare anche ogni 2 anni o 30.000/50.000 km. Solitamente il costruttore consiglia di fare il primo tagliando auto nuova dopo 6 mesi o 10.000 chilometri. Poi gli intervalli successivi di manutenzione sono scritti nel libretto e rimangono quelli fissati originariamente dalla Casa.

Differenza tra tagliando e revisione

Il tagliando auto non deve essere assolutamente confuso con la revisione, come purtroppo ancora spesso accade. Il tagliando innanzitutto non è obbligatorio per Legge (al contrario della revisione) e soprattutto prevede controlli e interventi sulla meccanica e gli impianti dell’auto, consigliati dal produttore per mantenere prestazioni e standard elevati.

Il tagliando non è obbligatorio ma ovviamente fortemente consigliato per mantenere efficienza e affidabilità del veicolo. La revisione, per Legge, deve invece essere fatta ogni due anni (per auto nuove dopo 4 anni dall’acquisto) pena pesanti multe.

Dove farlo: officine autorizzate o meccanico indipendente?

Le Case auto consigliano di fare il tagliando solo ed esclusivamente presso officine autorizzate e specializzate, per avere la migliore assistenza possibile e ottenere il prolungamento della garanzia. Chiaramente è una soluzione che costa di più rispetto ad un meccanico tradizionale, ma che consente di ottenere senza dubbio risultati ottimali.

I costi dell’officina autorizzata sono più elevati, ma si tratta della scelta più sicura per la propria auto; il tagliando viene eseguito in questo caso da personale altamente specializzato, che conosce ogni modello di vettura e sa dove mettere le mani. Oltretutto vengono utilizzati solo ed esclusivamente pezzi originali per le sostituzioni.

Per non perdere la garanzia bisogna rispettare gli intervalli temporali indicati dalla Casa e l’officina deve lasciare una certificazione in cui vengono riportati tutti gli interventi effettuati. Il tagliando in garanzia non è gratuito, può capitare solo che il primo sia incluso nel prezzo di vendita. Come abbiamo detto, sicuramente le officine indipendenti possono fare il tagliando all’auto, gli stessi interventi. I costi sono sicuramente meno elevati, l’importante è però essere sicuri dell’esperienza dei meccanici e delle loro capacità.

Attenzione ad evitare il fai da te, non è mai una buona soluzione. Se non si possiede l’attrezzatura necessaria e professionale e soprattutto non si ha la giusta esperienza per lavori di questo tipo, il rischio è quello di fare danni e commettere degli errori che possono portare dei problemi anche molto costosi da risolvere in un secondo tempo. Quindi il consiglio è quello di pagare il giusto prezzo che merita un professionista e evitare il fai da te.

Quanto costa

Il tagliando auto non ha un costo fisso, uguale per tutti. Dipende da differenti fattori, come ad esempio il tipo di macchina e il marchio produttore, oltre alla quantità di elementi che vengono eventualmente sostituiti e al bisogno che il meccanico riscontra di effettuare degli interventi non previsti.

Tra le voci di spesa comuni a tutti i veicoli in genere troviamo:

Il tagliando obbligatorio può prevedere anche la sostituzione o la manutenzione periodica di altri elementi come le candele, la pulizia della valvola EGR o del FAP (filtro antiparticolato per auto diesel) o ancora il cambio della cinghia di distribuzione.

Nel costo del tagliando poi rientrano anche il controllo dei livelli dell’antigelo, dell’olio dei freni e del liquido lavavetri. La spesa sostenuta per il tagliando può cambiare anche in base al prezzo proposto per la manodopera e a quello dei pezzi di ricambio. Solitamente nelle concessionarie e nelle officine autorizzate la manodopera costa di più, arrivando anche a 40-50 euro all’ora, un meccanico indipendente invece di solito fa pagare circa 25-30 euro all’ora.

Altro discorso per i pezzi di ricambio, sicuramente quelli originali forniti dalle concessionarie o officine autorizzate costano di più rispetto ad altri proposti come alternativa. Scegliere di risparmiare sia sulla manodopera che sulle parti di ricambio può essere rischioso, la qualità degli interventi e delle componenti potrebbe non rispettare gli standard del costruttore.

Cosa succede se non si fa

Come abbiamo detto, la Legge non pone alcun obbligo per quanto riguarda il tagliando auto, ma è strettamente consigliato farlo agli intervalli raccomandati dal costruttore per non perdere la garanzia e soprattutto per mantenere l’auto sempre funzionale.

Fonte: motori.virgilio.it

Doroteo Cremonesi

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *