Viva Italia

Informazione libera e indipendente

Sviluppo di motori ibridi plug-in, lo stop di Mercedes

Sviluppo di motori ibridi plug-in, lo stop di Mercedes | MotorLabs
















Ibride e Elettriche

Uno degli obiettivi principali della casa automobilistica Mercedes, è quello di puntare tutto sull’elettrico e, uno degli anni più importanti – da questo punto di vista – dovrebbe essere il 2025. Infatti, è prevista l’introduzione di piattaforme dedicate ai veicoli a batteria. Entro i cinque anni successivi, il costruttore tedesco ha intenzione di passare alla produzione di una gamma 100% elettrica. Dunque, per questi motivi, Mercedes sembra aver deciso di interrompere lo sviluppo di motorizzazione ibride plug-in. A quanto pare, non si tratta solamente di una semplice voce di corridoio, bensì del piano che il costruttore tedesco ha già reso noto durante il Salone di Monaco 2021.

Infatti, i vertici del Gruppo Daimler sembrano aver dato conferma del fatto che Mercedes cesserà di sviluppare ulteriori powertrain ibridi plug-in. Nello specifico, uno dei membri del consiglio d’amministrazione di Daimler, Markus Schäfer, ha affermato che non sono previsti nuovi investimenti da destinare a tali motorizzazioni. Sembra essere evidente, quindi, che le prossime auto del marchio saranno provvisti di tecnologie già in commercio. Tuttavia, sembrerebbe che l’addio della tecnologia plug-in (le cui vendite, in Italia, continuano a crescere) non rappresenterà l’unico cambiamento a cui si andrà incontro durante i prossimi anni.

Infatti, secondo la casa Mercedes, la presenza di un pacco di batterie costringerà i costruttori a rivisitare anche il design dei veicoli. Dunque, è molto probabile che vi sarà un cambiamento sia dal punto divista delle proporzioni che dell’aspetto estetico, in modo tale da poter ridurre – quanto più possibile – la resistenza aerodinamica e garantire una maggiore autonomia del veicolo. Ma, per la casa automobilistica Mercedes, il futuro potrebbe essere caratterizzato anche dall’addio di alcuni segmenti di auto. Un esempio, potrebbe essere l’addio delle station wagon, per lasciare più spazio a crossover e SUV. Lo stesso, potrebbe accadere per le cabriolet, in quanto si tratta di auto che richiedono investimenti economici non del tutto convenienti.



Fonte: tomshw.it

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *