Viva Italia

Informazione libera e indipendente

Superlega: Verona scatenata, ferma la rivelazione Vibo Valentia

Il bulgaro Kaziyski con 19 punti guida la squadra di Stoytchev alla vittoria contro la terza forza del campionato

Verona-Vibo Valentia 3-1 (21-25, 25-19, 25-14, 25-22)

—  

Verona “sbanca” l’AGSM Forum, dove non vinceva da due mesi, e con una prova di forza sorprende la…sorpresa del campionato, quella Vibo che a sua volta, invece, non perdeva in trasferta dalla prima giornata. A prendersi la scena in avvio è il rientrante Jensen, che ne fa 3 di fila e porta i suoi avanti 4-1. Vibo non si scompone e, grazie anche al punto numero 500 in carriera di Neto, ricuce subito lo strappo. L’equilibrio prosegue fino a metà set, quando Defalco e un muro dell’ex Cester allungano 13-16. Un errore di Rossard e un super Caneschi riportano sul 20 pari, ma lo stesso francese si riscatta stampando i due ace del 20-24 e chiudendo di fatto i giochi, prima dell’errore in battuta di Jensen. I gialloblù partono forte anche nel secondo set. Aguenier sfida il connazionale Rossard, fra i due “litiganti” gode Kaziyski che mette giù il 6-3 e costringe Baldovin al time-out. Stavolta lo strappo non si rammenda, anzi è lo stesso capitano scaligero a segnare dalla seconda linea il +5. Neto non ci sta e buca un muro a tre, ma il video-check trasforma il 19-16 di Rossard nel 20-15 che dà entusiasmo all’NBV. Due errori ravvicinati di un nervoso Saitta e il block di un ispirato Aguenier regalano ai locali ben 6 set-point, quello buono è il secondo (servizio out di Rossard). L’avvio del terzo parziale è un deja-vu: Caneschi e Kaziyski scappano fino al 4-1, gli ospiti reagiscono ma non basta perchè la bilancia non torna più in linea. Anzi, i divari diventano abissi: muro di Aguenier su Neto (+5), ace di Jaeschke e scintillante doppio muro di Spirito (+9), fino all’eloquente 19-7 di Jensen. Il solo Rossard tenta la resistenza, Verona è ormai lanciata e Stoytchev fa entrare anche i giovani Asparuhov e Magalini e il palleggiatore Peslac, prima che un attacco out dello stesso Rossard decreti il 2-1. Il fuoriclasse giallorosso schiuma rabbia, che scaraventa subito sul teraflex con una schiacciata e due ace pazzeschi: è il 3-0 iniziale che inaugura il quarto set, per la prima volta Vibo parte davanti. La risposta veronese passa dalle mani di Jensen, che insieme a Kaziyski impedisce la fuga calabrese. I padroni di casa hanno anche il merito di resistere al ritorno in partita di Neto, efficace solo a sprazzi. Jaeschke e un ace con nastro dello stesso Kaziyski ribaltano il parziale sull’11-10, dando il via ad uno spettacolare punto a punto che dura fino al 17 pari. Ancora l’americano di casa e un Jensen a tratti incontenibile scavano allora il +3 decisivo, permettendo all’Mvp di giornata Kaziyski prima il 22-18 e poi il 25-22. Proprio la lucidità nei momenti-chiave, evocata da Stoytchev e costata diversi punti all’NBV, consente stavolta di fermare una delle corazzate del campionato e chiudere con il sorriso un tribolato 2020. (l.cor.)

Fonte: gazzetta.it

Doroteo Cremonesi

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *