Viva Italia

Informazione libera e indipendente

Stroll il più veloce nelle seconde libere

Il venerdi’ di libere di Silverstone si tinge di rosa. E’ la Racing Point a comandare le operazioni al termine della prima giornata di lavoro al Gran Premio di Gran Bretagna con un Lance Stroll particolarmente ispirato che stampa il fastest lap in 1’27″274.

Scosso dalla positivita’ al Covid-19 da parte di Sergio Perez, il team anglo-canadese non si e’ scomposto e grazie a una RP20 competitiva sul tracciato britannico e’ riuscito a piazzare Stroll costantemente tra i primi 3 e Nico Hulkenberg, rientrante in F1 per sostituire il messicano, nella top-10.

Oscurati, ma non del tutto, i top-team tra i quali spicca soprattutto la Red Bull. Max Verstappen brilla nella prima sessione e firma il giro veloce in 1’27″422 salvo poi essere battuto dal compagno Alexander Albon nelle libere 2 (secondo a soli 90 millesimi da Stroll ma con incidente a meta’ sessione), complice pero’ una incomprensione in pista con la Haas di Grosjean durante il suo giro lanciato.

Avvio di weekend piuttosto tranquillo per la Mercedes che conferma le proprie potenzialita’ sul passo gara con Lewis Hamilton e Valtteri Bottas senza pero’ riuscire ad incidere nella simulazione qualifica, soprattutto nel passaggio da gomma media a gomma soft.

Giornata ad alti e bassi, invece, in casa Ferrari dove i due lati dei box mostrano umori completamente opposti. Charles Leclerc puo’ sorridere: dopo il quinto posto della mattinata il monegasco e’ riuscito a migliorarsi fermando il cronometro sull’1’27″570 che vale il quarto tempo nelle libere 2. E sebbene i tempi complessivamente non siano entusiasmanti nel confronto con il venerdi’ di libere dello scorso anno, Leclerc e’ riuscito a limitare i danni inserendosi in mezzo alle due Mercedes di Bottas e Hamilton pagando cara pero’ la differenza di prestazione nel secondo settore.

Giornata da cancellare, invece, dal lato box di Vettel. Pressoche’ inesistenti le due sessioni per il tedesco che dopo aver saltato le libere 1 a causa di un problema al sistema intercooler, nelle free practice 2 ha dovuto combattere con una ulteriore problematica alla pedaliera.

E quando nel finale di sessione il tedesco e’ riuscito a girare ha trovato grosse difficolta’ nel mantenere la sua SF1000 nelle giuste traiettorie in curva. A differenza delle prime tre gare, pero’, dopo il venerdi’ di libere di Silverstone e’ complicato fare previsioni circa le reali prestazioni delle vetture.

Discorso rimandato a sabato quando alle 12:00 scatteranno le libere 3 in attesa delle qualifiche che dalle 15:00 daranno vita alla battaglia per la pole position.

Fonte: raisport.rai.it

Doroteo Cremonesi

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *