Viva Italia

Informazione libera e indipendente

Starship, il booster Super Heavy monterà fino a 32 motori Raptor

Mentre continuano gli sviluppi sia di Starship che del primo stadio Super Heavy, proprio su quest’ultimi ci sono importanti novità progettuali in arrivo. A quanto pare l’imponente booster avrà almeno un motore in più del previsto dopo che l’hardware individuato nella sua fabbrica di Boca Chica, in Texas, lo ha inizialmente indicato. Ma se ciò non bastasse è arrivata anche la conferma dallo stesso Elon Musk, in risposta ad un utente su Twitter.

Il passaggio sarà dunque graduale, poiché come affermato dallo stesso Elon, i booster Super Heavy passeranno inizialmente dai 28 Raptor previsti a 29, per poi arrivare alla configurazione finale con 32 motori. E’ bene ricordare che Super Heavy ha subito diverse modifiche progettuali durante l’anno passato, i cui motivi restano ovviamente sconosciuti e noti solo internamente. Così dai 31 Raptor iniziali si passò a 28, ma questo prima di realizzare il primo booster test BN1. Quest’ultimo fu costruito quasi integralmente, ma come si scoprì poi sarebbe stata solamente una versione test che di fatto ha aperto la strada a nuove modifiche.

In ogni caso, la velocità di costruzione dei motori Raptor sembra essere migliorata parecchio, tanto da poter considerarli ad oggi i prodotti di SpaceX con maggiore efficienza in termini di volumi produttivi, secondi probabilmente solo ai satelliti Starlink.

Musk afferma che la produzione è salita a tal punto da riuscire a realizzare un motore Raptor ogni due giorni, pari a circa 180 Raptor all’anno. Ma questi numeri sono destinati ad aumentare e le nuove strutture di sviluppo potrebbero molto presto portare ad un raddoppio dei volumi.

crediti foto @ErcXspace su Twitter

Fonte: hdblog.it

Doroteo Cremonesi

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *