Viva Italia

Informazione libera e indipendente

Spostamenti a Capodanno: regole per 31 dicembre e 1° gennaio

Siamo arrivati al termine di quest’anno così difficile, caratterizzato da una pandemia mondiale che nessuno di noi si aspettava di vivere e che, dalla fine di febbraio, ci ha costretti prima a restare chiusi in casa, senza nemmeno lavorare, e poi a cambiare man mano ogni abitudine del quotidiano.

Abbiamo iniziato a portare le mascherine, a disinfettare le mani costantemente, a mantenere la distanza tra le persone, a evitare assembramenti. Tutto per cercare di limitare i contagi di Coronavirus, che purtroppo in Italia hanno raggiunto numeri altissimi. Ed eccoci arrivati al 31 dicembre; questa sera potremo festeggiare la fine di quest’anno così complicato. Vediamo però quali regole dobbiamo assolutamente seguire.

Innanzitutto una di quelle che riguarda gli spostamenti consentiti cambia per oggi e domani. Infatti il Governo ha deciso di scoraggiare possibili occasioni di assembramento e festeggiamenti allungando di due ore la durata del coprifuoco. Gli spostamenti quindi sono vietati a partire dalle 22 di stasera, fino alle 7 di domattina.

Oggi fino alle 22 quindi è concesso a tutti fare visita a amici e parenti, una solta volta, in due persone al massimo, anche uscendo dal proprio Comune di residenza, ma rimanendo all’interno della Regione. I figli minori di 14 anni e disabili o persone non autosufficienti conviventi si possono aggiungere alle due persone che si muovono. Sia nei giorni rossi che in quelli arancioni si deve rientrare al proprio domicilio, residenza o abitazione nel rispetto delle regole e degli orari del coprifuoco.

Da oggi giovedì 31 dicembre sono nuovamente chiusi tutti i negozi; solo supermercati, attività di beni alimentari e di prima necessità, edicole, farmacie e parafarmacie, tabaccherie, lavanderie, librerie, parrucchieri e barbieri restano aperti. Ristoranti, bar e centri estetici sono chiusi. È possibile andare in chiesa e in ogni luogo di culto, sempre e comunque rispettando gli orari del coprifuoco.

Per chi invece vuole fare attività motoria, è consentita solo nei pressi della propria abitazione (non c’è una distanza massima prescritta, me sarebbe meglio non allontanarsi oltre i 200 m da casa). Anche l’attività sportiva all’aperto è concessa in forma individuale. Gli spostamenti per coloro che si occupano di attività assistenziali con associazioni di volontariato per persone bisognose sono consentiti anche fuori dagli orari del coprifuoco. L’importante è avere sempre con sé l’autocertificazione (qui in allegato). Il modulo deve essere esibito per qualsiasi spostamento anche nei giorni di zona rossa (come domani, venerdì 1° gennaio).

Fonte: motori.virgilio.it

Doroteo Cremonesi

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *