Viva Italia

Informazione libera e indipendente

Sport, ristorazione, scuole e altro nella bozza del Dpcm anti-contagi

Domenica 18 ottobre 2020 – 21:17

Sport, ristorazione, scuole e altro nella bozza del Dpcm anti-contagi

I sindaci possono stoppare la movida. Consumo solo al tavolo dopo le 18

Sport, ristorazione, scuole e altro nella bozza del Dpcm anti-contagi

Roma, 18 ott. (askanews) – “I sindaci dispongono la chiusura al pubblico, dopo le ore 21, di vie o piazze nei centri urbani, dove si possono creare situazioni di assembramento, fatta salva la possibilità di accesso e deflusso agli esercizi commerciali legittimamente aperti e alle abitazioni private”. E’ quanto si legge in una bozza del Dpcm che sta per essere firmato dal premier Giuseppe Conte.

E inoltre, “Fermo restando che l’attività didattica ed educativa per il primo ciclo di istruzione e per i servizi educativi per l’infanzia continua a svolgersi in presenza” per contrastare la diffusione del contagio “le istituzioni scolastiche secondarie di secondo grado adottano forme flessibili nell’organizzazione dell’attività didattica” anche “incrementando il ricorso alla didattica digitale integrata, che rimane complementare alla didattica in presenza” anche “attraverso l’eventuale utilizzo di turni pomeridiani” e “e disponendo che l’ingresso non avvenga in ogni caso prima delle 9”.

“Sono sospese tutte le attività convegnistiche o congressuali, ad eccezione di quelle che si svolgono con modalità a distanza” e “tutte le cerimonie pubbliche si svolgono nel rispetto dei protocolli e linee guida vigenti e a condizione che siano assicurate specifiche misure idonee a limitare la presenza del pubblico, ad accezione di quelle di rilevanza nazionale, si svolgono senza la presenza di pubblico; nell’ambito delle pubbliche amministrazioni le riunioni si svolgono in modalità a distanza, salvo la sussistenza di motivate ragioni di interesse pubblico; è fortemente raccomandato svolgere anche le riunioni private in modalità a distanza”.

“Le attività dei servizi di ristorazione (fra cui bar, pub, ristoranti, gelaterie, pasticcerie) sono consentite dalle ore 5,00 sino alle ore 24,00 con consumo al tavolo, e con un massimo di sei persone per tavolo, e sino alle ore 18.00 in assenza di consumo al tavolo”.

“Sono vietate le sagre e le fiere di comunità” mentre “restano consentite le manifestazioni fieristiche di carattere nazionale e internazionale”.

“L’attività sportiva di base e l’attività motoria in genere svolte presso palestre, piscine, centri e circoli sportivi, pubblici e privati, ovvero presso altre strutture ove si svolgono attività dirette al benessere dell’individuo attraverso l’esercizio fisico, sono consentite nel rispetto delle norme di distanziamento sociale e senza alcun assembramento, in conformità con le linee guida emanate dall’Ufficio per lo sport, sentita la Federazione medico sportiva italiana (FMSI), fatti salvi gli ulteriori indirizzi operativi emanati dalle Regioni e dalle Province autonome”. E’ quanto si legge sempre in una bozza del Dpcm che sta per essere firmato dal premier Giuseppe Conte. Questa parte, però, secondo quanto si apprende, è ancora oggetto di confronto. Per quanto riguarda gli sport di contatto, “l’attività sportiva dilettantistica di base, le scuole e l’attività formativa di avviamento relative agli sport di contatto sono consentite solo in forma individuale e non sono consentite gare e competizioni(…) Sono altresì sospese tutte le gare, le competizioni e le attività connesse agli sport di contatto aventi carattere ludico-amatoriale”.

“Le attività di sale giochi, sale scommesse e sale bingo sono consentite dalle ore 8,00 alle ore 21,00 a condizione che le Regioni e le Province autonome abbiano preventivamente accertato la compatibilità dello svolgimento delle suddette attività con l’andamento della situazione epidemiologica nei propri territori e che individuino i protocolli o le linee guida applicabili idonei a prevenire o ridurre il rischio di contagio nel settore di riferimento o in settori analoghi”.

(foto di repertorio).

Afe/Int2

CONDIVIDI SU:

Doroteo Cremonesi

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *