Viva Italia

Informazione libera e indipendente

Sport, le atlete più ricche giocano a tennis

Le tenniste sono fra le sportive più agguerrite nel chiedere un pari trattamento economico rispetto ai colleghi maschi, ma finanziariamente non se la cavano comunque male. Una inchiesta di GoBankingRates sostiene infatti che 20 delle 26 più ricche atlete del pianeta, a partire dalla numero 1 Serena Williams, si guadagnano o si sono guadagnate le vita impugnando una racchetta.

La Williams è accreditata di un patrimonio complessivo di 200 milioni di dollari: 93 incassati in montepremi, il resto frutto di sponsorizzazioni e investimenti. Serena è infatti anche una abile imprenditrice, che sa come differenziare i suoi interessi, fra la sua linea di abbigliamento e partecipazioni in varie società e start up. Alcune delle quali a sfondo «etico», cioè che sostengono iniziative di donne appartenenti a minoranze etniche (ad esempio nel campo della gioielleria). L’ultimo investimento dell’americana ha come beneficiaria Alchemy 43, una società californiana specializzata in trattamenti estetici facciali e microterapie per la conservazione della pelle. 

Dopo di lei viene la sua ex grande rivale, Maria Sharapova, altra businesswoman di successo che dopo 11 anni passati, secondo Forbes, da atleta più pagata del pianeta, anche da «pensionata» mantiene un patrimonio di 140 milioni di dollari, accumulati in montepremi (39) ma anche attraverso aziende di successo come Sugarpova, che produce caramelle e dolci. 

Sul podio, al terzo posto c’è la prima non tennista, ovvero Alexis DeJoria, la pilotessa made in Usa molto brava a conquistarsi un posto in un settore decisamente maschile come quello della NHRA, la National Hot Rod Association, che organizza corse di drag-car e altre vetture particolari. La DeJoria, che compete con le «Funny Car», ha un patrimonio stimato di 100 milioni di dollari. 

Un’altra diva del volante, la famosissima Danika Patrick, ex stella della IndyCar della Nascar, occupa il quinto posto (60 milioni) ma già dal quarto ricomincia la teoria delle tenniste-paperone, con Venus Williams, sorella di Serena, con 95, che precede al sesto Na Li, la più forte cinese di sempre: 50 milioni che valgono forse il doppio, visto che Na ha dovuto forzare i paletti imposti dal regime di Pechino.

A pari merito con lei c’è un’altro nome famoso come quello di Anna Kournikova, che in campo ha vinto pochissimo, ma ha ottenuto molto in sponsor e relative attività. Sono in effetti parecchie le campionesse del passato che appaiono in questa speciale classifica: all’ottavo posto troviamo Caroline Wozniacki, al nono Steffi Graf, al 12esimo Martina Hingis, al 15esimo, a pari merito Billie Jean King, Monica Seles. Lindsay Davenport e Kim Clijsters (recentemente tornata alle gare dopo due gravidanze), al 19esimo Chris Evert e al 22esimo la sua grande rivale Martina Navratilova. Morale: fare la tennista conviene, anche come fondo pensione.   

La lista completa

1) Serena Williams (tennis) 200 milioni di dollari

2) Maria Sharapova (tennis) 140 milioni

3) Alexis De Joria (automobilismo) 100 milioni

4) Venus Williams (tennis) 95 milioni

5) Danica Patrick (automobilismo) 60 milioni

6) Li Na (tennis) 50 milioni

Anna Kournikoa (tennis)

8) Annika Soerestam (golf) 40 milioni

9) Caroline Wozniacki (tennis) 30 milioni

Simona Halep (tennis), Steffi Graf (tennis) 

12) Agnieszka Radwanska (25 milioni), Naomi Osaka (tennis), Martina Hingis (tennis) 

15) Monica Seles (20 milioni), 16 Billie Jean King (tennis), Lindsay Davenport (tennis), Kim Clijsters (tennis)

19) Michelle Kwan (golf) 16 milioni, Ana Ivanovic (tennis), Chris Evert (tennis)

22) Karrie Webb (golf) 15 milioni, Lorena Ochoa (golf), Martina Navratilova (Tennis), Jelena Jankovic (tennis), Victoria Azarenka (tennis). 

Fonte: lastampa.it

Doroteo Cremonesi

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *