Viva Italia

Informazione libera e indipendente

SPORT E COVID»IL NUOVO DPCM

SASSARI. Il timore di essere costretti a fare un ulteriore passo indietro, l’ansia di scendere in campo nel gelo di un impianto completamente deserto. Il ritorno alla normalità è ancora decisamente…

SASSARI. Il timore di essere costretti a fare un ulteriore passo indietro, l’ansia di scendere in campo nel gelo di un impianto completamente deserto. Il ritorno alla normalità è ancora decisamente lontano, ma per il momento le “big” dello sport regionale potranno contare almeno su una piccola fetta di pubblico. Manca però ancora un piccolo tassello, che può fare la differenza per alcuni dei “top team” isolani, la Dinamo basket, ma non solo.

Il nuovo decreto. Il dpcm firmato lunedì notte ha fissato tra le altre cose le regole relative allo svolgimento delle manifestazioni legate agli sport di contatto. Per quanto riguarda gli stadi il limite resta di mille spettatori, anche per la serie A, mentre per i palasport la capienza viene portata al 15 percento, anche in questo caso con il tetto delle mille presenze. Sparisce dunque il limite dei 200 spettatori previsto dal precedente decreto.

Le regioni. Le singole regioni – in accordo con il ministero della Salute – possono porre in essere misure ulteriormente restrittive e per i presidenti delle regioni è inoltre possibile continuare ad adottare (o eventualmente prorogare) ordinanze e decreti precedentemente adottati, purché non allarghino le maglie dei divieti imposti dall’ultimo dpcm. Nel caso della Sardegna, sinora si è fatto riferimento alle ordinanze con le quali il presidente Cristian Solinas consentiva l’apertura al pubblico per un massimo di 1.000 spettatori al chiuso e 700 all’aperto.

Lo sport al coperto. Mille e 15% sono, come detto, i punti di riferimento a livello nazionale. Viene immediato pensare alla Dinamo, che scende in campo domenica mattina al PalaSerradimigni, dove dieci giorni fa ha ospitato Pesaro di fronte a 700 spettatori. La stessa cosa dovrebbe dunque accadere tra quattro giorni per la sfida Banco-Fortitudo Bologna. Già sabato, però, a Sassari sono in programma due eventi che richiameranno qualche centinaio di persone (anche se difficilmente si arriverà al limite della capienza): il match di serie A di pallamano della Raimond al PalaSantoru e la sfida di serie A femminile di basket tra Dinamo e Virtus Bologna al palazzetto di piazzale Segni.

All’aperto. Nessun problema per il Cagliari, che domenica fa visita al Torino e domenica prossima ospiterà il Crotone, in entrambi i casi di fronte a mille spettatori. Questo weekend giocano in casa anche Olbia (serie C) e Torres (D): in entrambi i casi la presenza del pubblico – ovviamente subordinata al rispetto di tutte le misure di sicurezza legate al Covid-19 – avrà un limite massimo del 15% della capienza dell’impianto, per un massimo di mille spettatori.

Fonte: lanuovasardegna.it

Doroteo Cremonesi

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *