Viva Italia

Informazione libera e indipendente

Sport di base, calcio, pallavolo, basket: protocolli, green pass e norme anti Covid

Sport al chiuso, è obbligatorio il Green pass per chi pratica attività agonistica e non agonistica?
«Si. È necessario avere il pass verde dai 12 anni in su e rispettare tutti i protocolli che ogni singola federazione ha stilato».


Per gli under 12 è necessario un tampone?
«Al momento no, serve l’autocertificazione dei genitori. Poi ogni realtà, associazione sportiva o ente può adottare dei protocolli specifici che prevedono anche il tampone per gli under 12».

In caso di contagio tutta la squadra va in quarantena?
«No, verrà eseguito uno screening con tamponi su tutti gli atleti e allenatori. Se il soggetto risulta positivo a un giorno dalla partita, verrà eseguito il ciclo di tamponi 24 ore dopo».

Quali sono i protocolli per l’allenamento all’interno di un palazzetto o di una palestra?
«Areazione dei locali prima e dopo l’allenamento, diversificazione degli orari di ingresso e uscita delle squadre, divieto di assembramento, dieci minuti di pausa tra un gruppo e l’altro per bypassare le sovrapposizioni. E’ obbligatorio igienizzare i palloni tra una sessione e l’altra. Stesso discorso vale per l’ultilizzo di qualsiasi tipo di attrezzo».

La mascherina quando va indossata?
«Sempre tranne durante l’attività di allenamento o le partite. Devono essere a disposizione dispenser di gel in più punti all’interno degli impianti».

Per le partite quali protocolli sono in vigore?
«Green pass obbligatorio per atleti (over 12) e arbitri».

Gli spogliatoi possono essere utilizzati?
«Si, con il rispetto del protocollo che prevede un distanziamento di 2 metri tra ogni atleta, utilizzo delle docce per un massimo di persone in base alla capienza dello spogliatoio»

Il pubblico potrà assistere alle partite?
«Per disputare la partita, e se la struttura lo consente, nel caso del basket possono essere presenti 50 persone all’interno dell’impianto che sono contigue alla gara stessa (che comprendono forze dell’ordine, addetti agli impianti, volontari della croce rossa/verde/bianca), in più è possibile avere il pubblico per il 35% della capienza. Simili i protocolli per gli altri sport con capienze ridotte». (*per il basket risponde Roberto Nardi, presidente Fip Veneto)

Per il calcio quali sono i protocolli?
«Attualmente nei campionati regionali, provinciali e agonisti giovanili il test antigenico o molecolare prima del ritrovo è facoltativo per chi ha il Green pass mentre è obbligatorio per chi non ha la certificazione. Questi ultimi devono fare un monitoraggio dopo 7 giorni».

La newsletter del Corriere del Veneto

Se vuoi restare aggiornato sulle notizie del Veneto iscriviti gratis alla newsletter del Corriere del Veneto. Arriva tutti i giorni direttamente nella tua casella di posta alle 12. Basta cliccare qui.

26 settembre 2021 (modifica il 26 settembre 2021 | 17:40)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Fonte: corrieredelveneto.corriere.it

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *