Viva Italia

Informazione libera e indipendente

Speranza su vaccino AstraZeneca: oggi la conferenza stampa

Attesa per oggi alle ore 16:30 la conferenza stampa del ministro della Salute Roberto Speranza, con cui saranno annunciate le decisioni del governo riguardanti la somministrazione del vaccino di AstraZeneca ai giovani.

Stando alle prime indiscrezioni pare che il Comitato tecnico scientifico abbia intenzione di bloccare la somministrazione del vaccino di AstraZeneca per i giovani e di formalizzare l’obbligo di somministrare il richiamo con un vaccino a Mrna per gli under 60 che hanno ricevuto la prima dose dell’azienda anglo-svedese. Il limite di età tuttavia ancora non è certo e potrebbe oscillare tra i 40 e i 60 anni.

Speranza su vaccino AstraZeneca: oggi la conferenza stampa

Oggi alle ore 16.30 è in programma una conferenza stampa sulla campagna vaccinale alla quale parteciperanno il Ministro della Salute, Roberto Speranza, il Commissario straordinario Gen. Francesco Paolo Figliuolo, il Coordinatore del Cts, Prof. Franco Locatelli e il portavoce del Cts, Prof. Silvio Brusaferro. Nel corso dell’evento dovrebbero essere comunicate anche le decisioni riguardanti il vaccino di AstraZeneca e la possibile sospensione per i giovani.

Per quanto riguarda la seconda dose invece, i tecnici sottolineano di continuare ad utilizzare AstraZeneca per gli over 60, mentre al di sotto di questa età si dovrà seguire il principio di massima cautela preferendo l’uso di un vaccino a Mrna, come Pfizer o Moderna. Infatti, dato il miglioramento della situazione epidemiologica e la maggiore disponibilità del vaccino di Pfizer, il candidato di AstraZeneca potrebbe essere utilizzato solamente per le persone più anziane. In attesa del verdetto da parte del governo moltissime regioni hanno deciso di interrompere in via del tutto precauzionale la somministrazione del vaccino di AstraZeneca.

Le dichiarazioni dell’EMA

Sulla questione è intervenuta anche l’autorità europea del farmaco, il cui comitato per la sicurezza ha precisato che le persone che in precedenza hanno avuto casi di sindrome da aumentata permeabilità capillare non devono essere vaccinate col siero anglo-svedese.

Questa patologia, spiega ancora l’agenzia europea del farmaco, è una sindrome estremamente rara e grave, che causa la perdita di liquidi dai capillari a cui si aggiunge il gonfiore, localizzato soprattutto a livello delle braccia e delle gambe, una bassa pressione sanguigna, un ispessimento del sangue e bassi livelli di albumina nel sangue.

Fonte: news.google.com

Doroteo Cremonesi

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *