Viva Italia

Informazione libera e indipendente

Speranza: “Pianificare le lezioni online in caso di chiusure delle scuole temporanee”. E le Regioni si dividono sulla data d’inizio

ROMA. «Quattro misure chiave la riduzione del rischio negli ambienti scolastici: dalle norme di igiene base, al distanziamento, a politiche specifiche per bambini a rischio con esigenze di apprendimento o condizioni di salute speciali, nonché per docenti con condizioni di salute che li rendono vulnerabili a infezioni più gravi. Promossa la didattica online in particolari situazioni. A sottoscriverle, in una dichiarazione congiunta, il direttore Regionale per l’Europa dell’Oms Hans Kluge e il ministro della Salute, Roberto Speranza, al termine del summit con 53 Paesi. In particolare, si legge, «è realistico preparare e pianificare la disponibilità dell’apprendimento online per integrare l’apprendimento scolastico nel prossimo anno scolastico». Necessario in caso di chiusure temporanee, o durante la quarantena episodica, o a integrazione per l’apprendimento scolastico in circostanze in cui i bambini alternano la presenza scolastica per rispettare le esigenze di allontanamento fisico nelle aule più piccole».

Inizio lezioni
Incertezza larga, ragazzi e famiglie a confronto con dubbi dilaganti: la scuola guarda all’inizio in totale senso di confusione. I nodi a cui far fronte sono tanti, dalle cattedre vuote alle mascherine, dall’emergenza spazi all’arrivo dei banchi, ma senza dubbio grava sul mondo scolastico il quesito sull’apertura prima o dopo l’election day per Regionali, comunali e referendum sul taglio dei parlamentari fissato il 20-21.

Coronavirus, rientrare a scuola in sicurezza: le raccomandazioni aggiuntive per i genitori con figli affetti da disabilità

Sul tema hanno deciso di deliberare date di apertura diverse dal 14 settembre Bolzano (7 settembre), il Friuli (16 settembre), la Sardegna (22 settembre) e la Puglia (24 settembre).

Scuola, Bolzano fa da apripista: lezioni in presenza e senza mascherina

Ma a complicare il fronte di chi cerca alternative alla data nazionale la decisione della Calabria, che apre le aule il 24 settembre al termine della tornata elettorale, e questa strada vorrebbero percorrerla anche Basilicata, Campania e Abruzzo. Come dire: il Sud si stacca da Centro e Nord. L’idea è chiara: proteggersi. 

Coronavirus, a Napoli lunghe code per i test: che cosa dice il personale scolastico

Sostegno genitori
La chiusura degli istituti in caso di contagi è il problema che grava sulle famiglie: «Per aiutare i genitori nel caso di quarantene previste per classi con un positivo al Covid dobbiamo riattivare gli strumenti straordinari già previsti nel periodo del lockdown, quindi congedi straordinari retribuiti e diritto allo smart working» ha dichiarato Elena Bonetti, ministra per le pari opportunità e la famiglia.

Coronavirus, scuola: al via la campagna del ministero dell’Istruzione sui test sierologici

Oms: scuole sicure

«La riapertura delle scuole in sicurezza è un grande tema globale su cui lavoriamo col massimo dell’attenzione, perché il diritto all’istruzione e il diritto alla salute devono camminare insieme» ribadisce il ministro della Salute Roberto Speranza, ricordando che «oggi su richiesta dell’Italia si è tenuta una riunione dell’Oms sul tema del ritorno fra i banchi di scuola».

Ritorno a scuola, appello di Sala agli insegnanti: “Fate il test”

L’incontro è stato presieduto da Hans Kluge, direttore dell’Organizzazione Mondiale della Sanità: «Dobbiamo sostenere i nostri insegnanti mentre navighiamo insieme nell’ignoto» ha sostenuto. «Ancora una volta l’Italia è in prima fila per elaborare strategie utili a combatterre il coronavirus. Grazie al ministro Roberto Speranza, oggi 53 Paesi si confrontano con l’Oms sulla riapertura delle scuola in sicurezza. Quresta è la nostra priorità».

Scuola, i primi banchi monoposto consegnati a Codogno: “Ricominciamo da qui per tornare alla normalità”

Fonte: news.google.com

Doroteo Cremonesi

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *