Viva Italia

Informazione libera e indipendente

Spazio, l’ESA completa con successo i test per i tre motori del razzo Ariane 6

Tutti e tre i motori sviluppati per il nuovo razzo Ariane 6 dell’Agenzia spaziale europea hanno superato i test, annuncia l’ESA sul suo portale. Sono il motore P120c per i booster, il Vulcain 2.1 per la fase centrale e il Vinci per lo stadio finale. Ariane 6, nella sua versione a quattro booster, toccherà i 63 metri, peserà 900 tonnellate e avrà una potenza di decollo equivalente ai motori di 12 Airbus A380.

I tre tipi di motori del futuro lanciatore europeo utilizzano due diverse tecnologie di propulsione:

– propulsione idrogeno-ossigeno liquido per il motore Vulcain 2.1 dello stadio principale e il motore Vinci riaccendibile nello stadio superiore;

– propulsione solida per il motore P120C montato sui booster che spingono Ariane 6 oltre il campo gravitazionale dell’atmosfera terrestre.

Con la qualificazione finale del P120C presso il Centro Spaziale Europeo (CSG) a Kourou il 7 ottobre, i tre motori per Ariane 6 sono stati ora tutti testati con successo.

I tre motori di Ariane 6 sono ora pronti! Questo è un passo importante nello sviluppo del nuovo lanciatore europeo. I motori sono tradizionalmente tra i componenti più complessi e strategici di qualsiasi progetto spaziale. Il successo del P120C nella configurazione Ariane 6 è anche il primo test di “sistema” del nostro lanciatore europeo, che ha così superato una delle fasi più critiche del suo sviluppo. I motori Vulcain 2.1 e Vinci per il volo inaugurale Ariane 6 sono già stati consegnati ai siti interessati di Brema, in Germania, e Les Mureaux Francia, per l’integrazione con i rispettivi stadi, dopo aver sostenuto i primi test di accensione di completamento della produzione, per accertarne il corretto funzionamento. Vorrei esprimere i miei più sentiti ringraziamenti a tutti in ArianeGroup e ai nostri partner industriali per questo importante successo del team spaziale europeo, in un contesto difficile per tutti ”ha affermato André-Hubert Roussel, CEO di ArianeGroup.

Il razzo P120C equipaggerà Ariane 62 (Ariane 6 nella sua configurazione con due booster) e Ariane 64 (quattro booster), nonché il primo stadio del lanciatore Vega-C. Questo terzo e ultimo test di successo del razzo P120C a propellente solido, nella configurazione Ariane 6, apre la strada alla qualificazione finale del P120C da parte dell’Agenzia spaziale europea (ESA). Inoltre, quest’ultimo test motore è stato anche il primo test “di sistema” del booster per il nuovo lanciatore europeo, che prevede un ugello pilotato da martinetti elettrici alimentati da celle termiche (una novità mondiale nell’accensione tramite laser e fibra ottica). Lo stesso test ha convalidato anche le interazioni tra mezzi “di terra” e apparecchiature “di bordo” grazie a un nuovo bus di comunicazione tecnologico.

Il motore Vulcain 2.1 core a propulsione liquida, che produce una spinta di 140 tonnellate (1.370 kN), è pronto da luglio 2019. Il motore riaccendibile Vinci di stadio superiore, con le sue 18 tonnellate metriche di spinta (180 kN), ha completato il suo prove di qualificazione nell’ottobre 2018.

Ariane 6 è un programma dell’Agenzia spaziale europea per la quale ArianeGroup è autorità di progettazione e prime contractor industriale. È responsabile dello sviluppo, della produzione con i suoi partner industriali e delle operazioni tramite la sua controllata Arianespace. L’agenzia spaziale francese CNES è responsabile della costruzione della rampa di lancio a Kourou, nella Guyana francese, e dei test da eseguire su di essa.

ArianeGroup coordina una rete industriale di oltre 600 aziende in 13 paesi europei, comprese 350 piccole e medie imprese (PMI).

Fonte: meteoweb.eu

Doroteo Cremonesi

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *