Viva Italia

Informazione libera e indipendente

Sparatoria a Napoli, un morto e un ferito alla vigilia di Capodanno

Indagini in corso

Secondo i primi accertamenti dei carabinieri, il fatto è  accaduto in via Sedil Capuano, nella zona di San Lorenzo


Un morto e un ferito a Napoli in un agguato a matrice camorristica. All’una e un quarto del mattino circa sono state trasportate al pronto soccorso dell’ospedale Pellegrini due persone ferite da colpi d’arma da fuoco.

Ciro C.  (diversi precedenti a suo carico e ritenuto dagli inquirenti vicino al clan Terracciano) è morto poco dopo il  ricovero. Il 28enne incensurato trasportato con lui,  colpito al fianco, non è in pericolo di  vita ed è stato dimesso con 10 giorni di prognosi.  Secondo i primi accertamenti dei  carabinieri, il fatto è  accaduto in via Sedil Capuano, nel quartiere  San Lorenzo, centro antico della città. Ciro C. è stato raggiunto dai sicari nella sua abitazione. Uno o più killer  hanno spalancato a notte fonda la porta-finestra del suo ‘basso’ e hanno sparato contro di lui e contro Gennaro Di M., 28 anni, un tatuatore incensurato che era con lui e vicino a lui  per fargli un tatuaggio.

Il 40 enne che ha perso la vita era il padre di Luigi, ucciso qualche mese fa in via Duomo durante un tentativo di rapina insieme ad un complice, con un’arma finta. Il ragazzo stava  svolgendo la “messa in prova”, istituto per i minori responsabili di reati, e lavorava alcune ore al giorno in una pizzeria. All’ alba del 4 ottobre, a bordo di uno scooter rubato, aveva  preso di mira due giovani in via Duomo. Luigi Caiafa fu ucciso da un proiettile esploso da un carabiniere in abiti civili che transitava nella zona. La famiglia di Caiafa abitava nel  quartiere Forcella.

Fonte: news.google.com

Doroteo Cremonesi

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *