Viva Italia

Informazione libera e indipendente

Sorelle che mai si erano conosciute si incontrano dopo 36 anni

(ANSA) – OSPEDALETTI, 07 SET – Due sorelle (per parte di
padre) hanno scoperto della loro esistenza, che era sempre stata
tenuta nascosta dalle rispettive famiglie, dopo 36 anni e ieri
si sono incontrate, giurando di non perdersi mai più. Le
protagoniste sono Gioia Gasparlin, 39 anni, di Ospedaletti e
Sara D’Agostino, 36 anni, di Treviso. E’ la mattina di Natale
del 2021, quando le due sorelle si mettono in contatto, grazie a
un giro di amicizie. “Io sapevo di avere una sorella, da quando
avevo 15 anni – racconta Sara -. Ho provato a cercarla, ma non
conoscevo nulla di lei, tranne il nome: Gioia. L’ho anche
cercata sui social, ma non sapendo dove abitasse e soprattutto
il suo cognome, per me è sempre rimasto un mistero”. E dire che
da piccola Sara andava in villeggiatura a Ospedaletti, ma
nessuno le ha mai fatte incontrare. Nessuno che le dicesse: “Guarda, che qui c’è tua sorella”. La svolta quando Sara ascolta
la telefonata della mamma con una zia paterna. Quest’ultima
racconta al genitore che Gioia vuole mettersi in contatto col
padre. A quel punto Sara comincia a chiedere informazioni a
tutti in famiglia e, alla fine, un cugino le dice di essere
amico di un ragazzo che conosce Gioia (un ex fidanzato) e le
gira il telefono di quest’ultimo. Le due sorelle iniziano a
sentirsi per telefono. Ieri l’arrivo di Sara alla stazione
ferroviaria di Sanremo. “Ci siamo incrociate – racconta Gioia -.
    Lei stava salendo dal tunnel che porta i passeggeri all’uscita,
io ero con mio figlio in braccio”. “Ci siamo messe a piangere e
ci siamo abbracciate – raccontano -. Per venti minuti ci
sembrava di volare”. “E’ la sorella che ho sempre voluto”, dice
Sara. Le due hanno un fratello in Germania, che Sara ha
conosciuto, ma che non riesce più a contattare. Lui le aveva
detto che avevano una sorella in Francia, ma di lei non c’è
traccia, al momento. (ANSA).
   

Fonte: news.google.com

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *