Viva Italia

Informazione libera e indipendente

“Sfide e domande, i motori del cambiamento”

Oggi debutta “Le Officine in movimento – Laboratori per il cambiamento“, ciclo di incontri promosso dalla cooperativa Il Minotauro sulla piattaforma Zoom e dedicato ai neet, che non studiano e non lavorano, tra i 16 e i 27 anni. Gli iscritti sono al momento una ventina, quasi tutti di 20 anni o poco più, ma non mancano adolescenti e giovani adulti vicini ai 30 anni. E’ previsto un incontro…

Oggi debutta “Le Officine in movimento – Laboratori per il cambiamento“, ciclo di incontri promosso dalla cooperativa Il Minotauro sulla piattaforma Zoom e dedicato ai neet, che non studiano e non lavorano, tra i 16 e i 27 anni. Gli iscritti sono al momento una ventina, quasi tutti di 20 anni o poco più, ma non mancano adolescenti e giovani adulti vicini ai 30 anni. E’ previsto un incontro al mese, con un “mentore“ che sia riuscito a centrare il suo obiettivo della vita. Che possa quindi raccontare la sua storia, dispensare consigli, rispondere a dubbi. “Raccontando la propria esperienza lavorativa – spiegano i promotori – il mentore condivide logiche e strategie. Poi, con gli psicologi, i ragazzi ragionano su come ‘rendere proprie’ le esperienze ascoltate”.

Alle 17 il protagonista sarà Rocco Lomazzi (nella foto), milanese di 31 anni, fondatore di Sweetguest Spa, Gestione Affitti Brevi che racconterà il suo percorso di ‘non convenzionalità’, come lui stesso lo definisce. Di difficoltà scolastiche, rendimento scarso, disinteresse, una bocciatura, tante assenze, la frequenza di una scuola privata per il recupero degli anni scolastici persi; poi del trasferimento a Roma per tentare l’avventura in politica, digiuno di diritto ed economia, contando sulle sue doti e capacità comunicative e relazionali. Spiegherà poi che, terminata l’esperienza e rientrato a Milano, insieme a un gruppo di amici ha creato la sua società. “Ogni momento della vita ti pone delle sfide, dei quesiti – sottolinea Lomazzi -. Sono i motori che mi hanno portano a muovermi, a cercare delle risposte attraverso le quali ho costruito e continuo a tracciare la mia strada”. Il laboratorio virtuale sarà poi a piccoli gruppi, guidati dagli psicologi. L’obiettivo è aiutare i ragazzi a rielaborare il messaggio del mentore per uscire da questa esperienza con spunti e riflessioni. Con la voglia di prendere le redini della propria vita e guidare verso una meta.

Per iscriversi: [email protected] M.V.

Fonte: ilgiorno.it

Doroteo Cremonesi

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *