Viva Italia

Informazione libera e indipendente

Serie A: il Napoli spreca, Spezia in 10 lo manda ko – Sport

Impresa dello Spezia che al ‘Diego Maradona’, per la prima volta abbellito dalla gigantesca scritta ‘Napoli’ ricavata nel settore Distinti con la collazione bianca dei seggiolini, ribalta il Napoli in 10 contro 11 e trova un successo clamoroso e prezioso al tempo stesso. Agli azzurri non basta produrre 27 occasioni da gol. La squadra mostra in maniera evidente i suoi limiti offensivi, acuiti dalle assenze di Mertens e Osimhen, e non riesce a capitalizzare la netta superiorità fatta registrare sul campo. Lo Spezia si limita a difendersi e a cercare di ripartire più allo scopo di attenuare la pressione sulla difesa che con l’intenzione di offendere. Italiano schiera un 4-3-3 che è tale solo sulla carta perché in realtà Agudelo e Farias fanno costantemente densità a centrocampo affiancando i tre di ruolo in quel settore del terreno di gioco. Il Napoli, a sua volta, mantiene la propria difesa molto alta, poco al di sotto della linea di metà campo e dunque per i liguri è sempre arduo e complicato il compito di mantenere il possesso del pallone. Il primo tempo si conclude 0-0 dopo una impressionante serie di errori sotto porta degli azzurri. Nella ripresa il Napoli trova la via del gol al 12′ con Petagna, subentrato a Politano, il quale devia in fondo alla rete il pallone servitogli rasoterra da Di Lorenzo. La squadra di Gattuso continua a macinare gioco e a fallire ogni possibilità che si presenta per raddoppiare e chiudere così la partita. Lo Spezia ne approfitta e in una delle rare e timide uscite oltre la metà campo, sfruttando un errore di valutazione di Ruiz che tocca in area di rigore Pobega e induce l’arbitro Mariani a fischiare il rigore. Nzola spiazza Ospina e ottiene il pareggio. La squadra di casa riprende a macinare azioni offensive con idee sempre poco chiare e con una incredibile capacità di fallire la giocare decisiva. Ismajili al 32′ si fa pescare al secondo giallo, la superiorita’ numerica sembra offrire al Napoli l’occasione per riprendersi la partita e invece succede l’inaspettato. Al 36′ c’è un nuovo tentativo offensivo dello Spezia che nasce da un rimpallo sulla trequarti. Nzola si trova a tu per tu con Ospina e conclude con un esterno sinistro che batte sul palo. Di Lorenzo si impappina e non riesce ad intercettare il pallone che Pobega con prontezza spedisce in fondo alla rete. Il Napoli si riversa nuovamente in avanti e Elmas riesce a sbagliare nel recupero una sorta di calcio di rigore in movimento, alzando troppo la mira. Lo Spezia si gode così i tre punti conquistati un po’ inaspettatamente mentre al Napoli non rimare che leccarsi le ferite. Il passo indietro, dopo la squillante vittoria di Cagliari, è grave e soprattutto preoccupano Gattuso le ormai croniche difficoltà della squadra di mettere a frutto il gran lavoro svolto.

Fonte: ansa.it

Doroteo Cremonesi

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *