Viva Italia

Informazione libera e indipendente

Seat Leon 1.4 e-Hybrid: allestimenti, dotazioni e prezzi

La segmento C-bestseller di Martorell si arricchisce con l’arrivo della variante ricaricabile; all’esordio anche la “baby” mild-hybrid 1.0 eTSI.

L’evoluzione strategica, hi-tech e di immagine da tempo intrapresa da Seat aggiunge due ulteriori tasselli al maxi programma di progressivo rinnovamento della propria gamma, da tempo annunciato e che fa leva su temi “centrali” per la nuova mobilità quali digitalizzazione, ulteriore diversificazione della lineup di modelli ed elettrificazione.

In linea con i progetti di progressivo sviluppo a basse (o del tutto assenti) emissioni di CO2 allo scarico, Seat comunica l’esordio sul mercato di due novità che arricchiscono l’assortimento del proprio modello bestseller, cioè Seat Leon recentemente declinata nella quarta generazione.

Si tratta, nel dettaglio, dell’inedita (ed attesa) variante e-Hybrid provvista di alimentazione ibrida plug-in, e di una versione mild-hybrid “di taglia small”, cioè 1.0 eTSI. Ma andiamo con ordine.

Seat Leon e-Hybrid: ora è anche ricaricabile

Caratteristica peculiare della nuova versione è il ricorso al modulo di propulsione ibrido plug-in che si avvale, nel dettaglio, dell’unità 1.4 TSI turbo a benzina da 150 CV (motorizzazione da molti anni presente fra le proposte del Gruppo VAG, e recentemente aggiornata nella variante EVO) abbinata ad un motore elettrico (collocato fra il motore a combustione e la scatola del cambio) da 85 kW, a sua volta alimentato da batterie agli ioni di litio da 12,8 kWh posizionate davanti all’assale posteriore. La trasmissione viene affidata al consueto cambio Dsg sei rapporti a doppia frizione.

Così equipaggiata, Seat Leon e-Hybrid eroga una potenza di sistema di 204 CV ed una forza motrice da 350 Nm di coppia massima.

Versioni ed equipaggiamenti

Seat Leon 1.4 e-Hybrid 204 CV Dsg debutta sul mercato nei due allestimenti “alto di gamma”:

  • FR
  • Xcellence.

Di seguito le principali dotazioni, alcune delle quali sono specifiche per il controllo delle nuove funzioni di alimentazione (gestione dei processi di ricarica anche “da remoto”, pre-climatizzazione, varie modalità di guida).

  • Seat Virtual Cockpit dedicato, con messaggi ed icone aggiuntivi sul display, alla gestione delle modalità di trazione ibrida
  • Funzionalità Seat Connect dell’infotainment arricchite con tecnologie ad hoc, fra cui si segnala l’”e-manager” che permette di controllare le fasi di ricarica anche attraverso il proprio smartphone, avviandone oppure anche interrompendone il processo così come impostarne una percentuale di carica massima e  fino a tre diversi orari di partenza, il controllo della climatizzazione e del riscaldamento
  • Tre programmi di guida specifici: e-Mode (per una marcia del veicolo esclusivamente in elettrico); Hybrid (con selezione automatica della tipologia di alimentazione da utilizzare, in funzione alle istantanee condizioni di guida) e Riserva dello stato di carica (che mette in funzione soltanto l’unità termica, in modo da permettere al conducente di di avere a disposizione la massima autonomia in modalità totalmente elettrica al raggiungimento di zone a zero emissioni).

Autonomia in elettrico e ricarica

Seat Leon 1.4 e-Hybrid 204 CV Dsg viene dichiarata per una percorrenza di circa 60 km in elettrico. Il consumo di carburante indicato a ciclo medio, e secondo gli standard WLTP, si attesta su 1,1-1,3 litri per 100 km; le emissioni di CO2 sono nell’ordine di 25-30 g/km (valore che permette alla novità ibrida ricaricabile di Martorell di rientrare pienamente nella seconda fascia di incentivi pubblici).

Per la ricarica, l’equipaggiamento di serie comprende un cavo di tipo Mode 2 con presa Schuko, attraverso cui un “pieno” di energia è ottenibile in meno di sei ore. A richiesta, è disponibile un cavo Mode 3 a connettore Mennekes, che diminuisce, fino quasi a dimezzarli (3 ore e mezza circa) i tempi di attesa per un ciclo di ricarica completa.

Ecco quanto costa

Già disponibile alle ordinazioni, la nuova versione ibrida ricaricabile di Seat Leon è in vendita a partire da 27.150 euro per entrambe le due configurazioni di gamma: l’importo indicato da Seat tiene già conto del contributo del Costruttore e delle concessionarie (3.250 euro) e gli incentivi statali (4.500 euro) con rottamazione di un usato Euro 0, Euro 1, Euro 2, Euro 3 ed Euro 4.

Esempio di finanziamento: fino al 31 ottobre, Seat Leon 1.4 e-Hybrid 204 CV DSG FR viene proposta a 27.148,79 euro (importo “chiavi in mano” esclusa Ipt) con 5.000 euro di anticipo, 22.448,79 euro di finanziamento in 35 rate da 199 euro al mese (Tan 1,99% fisso, Taeg 2,81%), 1.167,96 euro di interessi e valore futuro garantito corrispondente alla rata finale di 16.651,75 euro. Compresa nell’offerta c’è un’estensione di garanzia fino a due anni o fino al raggiungimento di 45.000 km.

e-TSI 1.0: la nuova versione mild-hybrid 110 CV

Contestualmente al “lancio” della attesa declinazione ibrida ricaricabile, la lineup Seat Leon aggiunge altresì la piccola versione mild-hybrid 1.0 eTSI 110 CV. Il sistema di propulsione è analogo a quello adottato dalla variante 1.5 eTSI: al tre cilindri “mille” viene abbinato un sistema di alternatore-starter con batteria agli ioni di litio a 48V.

Tre le funzionalità principali della tecnologia “ibrido leggero” adottata anche dalla più piccola (per cilindrata) versione della “segmento C” di Martorell:

  • consente alla vettura di avanzare a motore spento in alcune situazioni di guida (eco-coasting)
  • recupera l’energia cinetica prodotta nelle fasi di decelerazione e di frenata (recupero energetico)
  • supportare l’unità termica con una leggera assistenza elettrica (boost)
  • aiutare, con una marcia più fluida, l’efficienza del veicolo.

Sul fronte consumi ed emissioni, Seat Leon e-TSI 110 CV DSG mild hybrid dichiara (a ciclo medio secondo gli standard WLTP) 5,3-6,2 litri di benzina per 100 km, e 120-140 g/km di CO2.

Prezzi di vendita e allestimenti

Seat Leon 1.0 eTSI 110 CV, provvista del cambio Dsg con comando a doppia frizione, è disponibile in tutte le configurazioni della gamma berlina due volumi (Style, Business, Xcellence, FR) con prezzi che partono da 21.930 euro. L’equipaggiamento-base (Style) comprende, fra gli altri, il modulo digitale e di connettività Seat Virtual Cockpit con suite di servizi online Seat Connect, gruppi ottici anteriori e posteriori a Led, climatizzatore, sistema di avviamento “Kessy Go” senza chiave, Cruise Control, Front Assist con dispositivo di frenata autonoma d’emergenza e rilevamento pedoni e ciclisti, Lane Assist e servizio di chiamata d’emergenza e-Call.

In promozione

Esempio di finanziamento: fino al 31 ottobre, Seat Leon 1.0 e-TSI 110 CV DSG in allestimento Style viene proposta ad un prezzo promo di 21.928,84 euro (“chiavi in mano”, esclusa Ipt) con 4.300 euro di anticipo, 17.928 euro di anticipo in 35 rate da 199 euro al mese (Tan 1,99% fisso, Taeg 3,03%), 890,13 euro di interessi e valore futuro garantito corrispondente alla rata finale di 11.853,97 euro. Compresa nell’offerta c’è un’estensione di garanzia fino a due anni o fino al raggiungimento di 40.000 km.

Fonte: motori.it

Doroteo Cremonesi

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *