Viva Italia

Informazione libera e indipendente

Se hai paura del 2021, contro il virus c’è il vaccino del pensiero

Virus e vaccino sono le nostre parole quotidiane. Detta altrimenti: l’inverno sta arrivando, e non avremo nemmeno Jon Snow a difenderci dai Guardiani della notte. Ma contro il virus della paura c’è la forza del pensiero, ed è intorno a questo che il Circolo dei Lettori di Torino ha organizzato, dal 29 novembre al 4 dicembre, il Festival del classico: sei giorni di lezioni, dialoghi e debates con le migliori menti in circolazione, che incontreranno il pubblico sia dal vivo che online. Arrivato alla terza edizione, il festival presieduto da Luciano Canfora e curato da Ugo Cardinale è dedicato quest’anno al tema «Homo sive Natura. Guerra, pace, malattia nella spirale della storia»: filosofi, filologi, storici, scienziati e letterati si confronteranno sulla storia come ricettacolo di guerre, epidemie e conflitti, tempi di virus senza vaccino, ma sempre percorsa da un anelito alla pace. Temi densi che non devo spaventare, perché trattati da relatori capaci di coinvolgere anche l’ascoltatore più distratto.
Sarà l’occasione per ascoltare Massimo Cacciari con una lezione sullo studio di Simone Weil Iliade, poema della forza; Matteo Nucci, autore di Achille e Odisseo (Einaudi); Umberto Galimberti, in dialogo con Ivano Dionigi sul libro Segui il tuo demoneMaurizio Bettini con lezione su Virus, contagio, pandemia. Un racconto di parole anticheGennaro Carillo, docente di Storia del pensiero Politico Università Suor Orsola Benincasa di Napoli; Laura Pepe, docente di Diritto Greco UniMi e autrice del libro Laterza La voce delle sirene. I Greci e l’arte della persuasioneLucio CaraccioloAnna Caffarena, docente di Relazioni internazionali all’Università di Torino e autrice del libro La trappola di Tucidide e altre immagini (Il Mulino); Sandro Orlando, giornalista Corriere della Sera; Giorgio Ficara, italianista.
In collegamento da New York Melissa Lane, docente alla Princeton University e direttrice dell’University Center for Human Values, ha scritto importanti testi divulgativi sui classici, visti come miniera di preziose indicazioni anche su una vita più sostenibile. Oltre a lei sono attese Mary Norris, la “comma queen” del New Yorker, con un intervento a partire dal libro Greek to Me  e un focus sull’universo mitologico femminile, e Martha Nussbaum, che ha preparato un speech su Fear and Anger in Public Life: a Philosophical Analysis a partire dal libro Monarchia della paura (il Mulino).
Come è andato a finire lo scontro tra Jon Snow e i Guardiani della notte lo abbiamo saputo dall’ultima puntata del Trono di Spade. Come sarà il nostro 2021 lo scopriremo vivendo, con il conforto dei pensatori della nostra epoca.

Fonte: gqitalia.it

Doroteo Cremonesi

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *