Viva Italia

Informazione libera e indipendente

Scivolone Bayern: perde il derby bavarese con l’Augsburg

Un pizzico di presunzione costa cara alla squadra di Nagelsmann, sotto di due reti nel 1° tempo. Lewandowski accorcia prima dell’intervallo ma nella ripresa fallisce il gol del pareggio. Domani il Dortmund può arrivare a -1 dai campioni

Doveva essere una partita impari, in realtà è stata equilibrata e sorprendente. Il Bayern Monaco perde il derby bavarese con l’Augsburg 2-1 (in gol Pedersen al 23’, Hahn al 36’ e Lewandowski al 38’) e rischia di vedersi riavvicinare il Dortmund, che battendo domani lo Stoccarda può riportarsi a -1 dalla vetta. La squadra di Nagelsmann arrivava alla sfida coi favori del pronostico: non solo aveva 19 punti in più rispetto agli avversari, ma in Lewandowski un giocatore che, in questa edizione della Bundesliga, aveva segnato da solo più gol di tutta la squadra avversaria (13 a 9). Proprio per questo, specie nel primo tempo (chiuso in svantaggio per la prima volta in stagione), la squadra di Nagelsmann è sembrata un po’ arrogante, sicura che prima o poi avrebbe segnato e raddrizzato la partita. Così non è stato. E alla fine è arrivato un inatteso scivolone.

la gara

—  

Nagelsmann schiera i suoi con il classico 4-2-3-1 con Sané, Müller e Gnabry dietro a Lewandowski. I campioni di Germania hanno, fin dalle prime battute, il pallino del gioco in mano, dominando nel possesso. Il Bayern però crea poco (un paio di conclusioni di Richards e di Lewandowski che non inquadrano la porta) e al 23’ subisce, improvviso, il gol dell’Augsburg: Upamecano è goffo nel liberare l’area dopo il cross di Iago, il pallone arriva così a Pederson che fulmina Neuer dal cuore dell’area. Il Bayern non reagisce e i padroni di casa trovano il raddoppio: al 36’ è Zeqiri a rubare palla a Sabitzer e a sfondare sulla sinistra, Iago è bravo a pescare in area Hahn che, di testa, sovrasta Hernandez e fa 2-0. Questa volta la risposta non si fa attendere: già al 38’ il Bayern torna in partita con il gol di Lewandowski. Pavard ha spazio sulla destra, mette la palla in mezzo dove Oxford buca l’intervento permettendo al polacco di colpire in semirovesciata.

la ripresa

—  

Il secondo tempo si apre con un clamoroso errore di Lewandowski: Gumny prova ad appoggiare di petto a Gikiewicz, ma finisce per innescare il polacco, che però non è abbastanza freddo e spara alto. Al 55’ è Goretza a imitarlo da ottima posizione. Altre due occasioni al 72’ e al 74’: prima è Davies, lanciato da Musiala, a farsi chiudere da Framberger in scivolata al momento del tiro. Subito dopo è ancora il canadese del Bayern, liberatosi di Maier, a mancare la porta di pochi centimetri.

All’80’ tocca invece a Lewandowski sprecare un’occasione gigantesca: innescato da Musiala, colpisce di destro a botta sicura, ma Gikiewicz è fenomenale a respingere (sulla ribattuta è poi impreciso Davies). All’84 ci prova Musiala, ma il portiere è attento ed è svelto poi Oxford a liberare l’area. Il Bayern continua a fare pressione, ma l’Augsburg è solido e difende bene, reggendo l’urto degli avversari. Finisce 2-1, con il Dortmund che deve sfruttare lo scivolone dei campioni in carica per riaprire il campionato.

Fonte: gazzetta.it

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *