Viva Italia

Informazione libera e indipendente

Scarpinato alla Festa del Fatto: “Il carcere in Italia non sarà mai civile fino a quando i colletti…


“Questa classe dirigente che ha sempre avuto in odio la Costituzione, ha declinato la propria criminalità sul versante dello stragismo, ma anche della corruzione”, così Roberto Scarpinato, ex procuratore generale di Palermo, candidato al Senato alle prossime politiche con il Movimento 5 stelle, intervenendo alla Festa del Fatto Quotidiano, durante l’evento “La restaurazione a 30 anni dalle stragi” con Gianni Barbacetto e Giuseppe Pipitone.

“In quale Paese del mondo si rischia una crisi di governo per la prescrizione? Qual è il problema? L’efficienza del sistema penale? Sono ipocrisie culturali – ha continuato – Ma voi pensate che il mondo della corruzione, dell’alta mafia, dell’abusivismo edilizio, voglia un processo rapido ed efficiente? C’è un’inefficienza programmata che fa si che in Italia si possano perseguire gli omicidi, la mafia, ma tutto il resto è una corsa a ostacoli perché è l’unico modo per garantire un’impunità”.

“La cartina di tornasole di questa giustizia classista che hanno costruito è la composizione della popolazione carceraria in Italia, i colletti bianchi non sono statisticamente quotati. Il carcere in Italia non sarà mai un carcere civile fino a quando i colletti bianchi non cominceranno a essere ospiti delle nostre classi”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it:
portiamo avanti insieme le battaglie in cui crediamo!

Sostenere ilfattoquotidiano.it significa permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti.

Ma anche essere parte attiva di una comunità con idee, testimonianze e partecipazione. Sostienici ora.

Grazie Peter Gomez

Sostienici ora Pagamenti disponibili

Articolo Precedente

Festa del Fatto, Scarpinato (M5s): “Si normalizzano fascismo e mafia. È una situazione drammatica. La Costituzione oggi è una linea Maginot”

next

Articolo Successivo

Scarpinato alla Festa del Fatto: “Costituzione oggi è la linea Maginot. Va difesa per dare un senso a chi si è fatto ammazzare per lei”

next

Fonte: news.google.com

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *