Viva Italia

Informazione libera e indipendente

Ruzzier e Douglas super, Varese sbanca Milano

Nel posticipo del 25° turno, clamoroso colpo dell’Openjobmetis nel derby lombardo. Datome fallisce il tiro del supplementare. Finisce 81-83

Clamorosa e meritata vittoria dell’Openjobmetis, che sbanca il Forum 83-81 e si regala il poker fermando la capolista Milano. Varesini avanti per quasi tutto il match con il tandem Douglas-Ruzzier a dare spettacolo, nel finale decisiva una super giocata proprio dell’ex Cremona (17 con 8 assist) che sigilla il successo degli ospiti. Fondamentale anche l’impatto del grande ex Scola ed Egbunu tra gli uomini di coach Bulleri, non basta all’AX il rabbioso quarto periodo dei veterani Hines e Rodriguez.

La gara

—  

Difesa e Datome la doppia D con cui Milano apre il match, dell’azzurro i primi cinque punti filati della gara, 5-0. Immediata risposta di Varese che trova un Ruzzier subito reattivo, 5 punti e assist da urlo per Egbunu per la schiacciata del pareggio, 7-7. La classe del grande ex Scola nel sorpasso varesino, tripla setosa dell’argentino e ancora una zampata di Ruzzier per il più 3 ospite, 11-14. Cambia le carte coach Messina per cercare nuova linfa, è ancora Scola a tenere il proscenio, assist per Strautins e massimo vantaggio Openjobmetis, 13-18. Spara a salve l’Olimpia che non riesce a trovare ritmo offensivo, scivolano a meno 11 i padroni di casa dopo le tripla di Beane e Ferrero prima della mini fiammata targata Rodriguez-Micov, 18-24 alla prima sirena. Prosegue la fuga degli uomini di coach Bulleri che trovano anche i guizzi di Douglas e Morse, Punter e Shields tengono a contatto l’AX, 25-29. Douglas non smette di far male dall’arco ma Milano ha più energia rispetto all’avvio, Cinciarini ispira prima il 2+1 di Hines poi l’appoggio di Micov prima di sigillare dalla linea della carità i suoi 3000 punti in serie A, 31-32. Si alza il ponte levatoio in area milanese, Punter sigla il sorpasso dalla lunettà, 33-32. Torna Ruzzier e si ridesta l’attacco ospite, funziona l’asse con Egbunu che frutta il sorpasso con la fuga di Beane, 35-37. Botta e risposta tra LeDay e Scola dal perimetro in un derby che diventa sempre più piacevole, Varese resta avanti grazie al parziale firmato da Strautins ed alla straripante energia di Egbunu, 41-45 a metà gara.

Ancora Ruzzier

—  

Dopo la pausa lunga terza penalità per Hines con l’Openjobmetis che tiene il comando delle operazioni ancora con un super Ruzzier, tripla dell’ex veneziano e nuovo più 9, 41-50. Legge bene la difesa milanese Varese che si giova dei lampi da purissima NBA di Scola e Douglas, Moraschini ed una fiammata di un adrenalinico Punter lasciano l’Olimpia ad un solo possesso, 55-57. Sale la tensione con coach Messina che si prende un tecnico per proteste, Scola ringrazia e timbra la bomba del più 6, 55-61. Ci credono i varesini che giocano con grande lucidità, antisportivo di Rodriguez capitalizzato ancora dall’argentino e da un ottimo Morse, 57-68. Di puro orgoglio il trio Shields-Rodriguez-Hines tiene in corsa l’AX alla penultima sirena, 63-69. Il Chacho lancia la rimonta milanese, torna a mordere la difesa degli uomini di coach Messina, Micov mette la freccia dalla linea della carità, 70-69. Si battono con coraggio De Nicolao e compagni, Ruzzier è un uomo in missione, botto di Douglas da 7 metri e nuovo sorpasso, 73-75. L’ex Knicks regala un gioiello per Egbunu, Scola spreca due liberi importanti, Olimpia sempre vicina dopo i due liberi di LeDay, 76-78. Dopo un’incursione di Douglas Varese getta un pallone fondamentale per chiudere il match, Hines punisce con due giocate da urlo, recupero volante e 2+1 del sorpasso, 81-80. Cuore infinito degli ospiti con Ruzzier che incastona l’ennesimo gioiello nella sua partita da ricordare, incursione con fallo e nuovo più 2. C’è tempo per l’ultimo assalto milanese, Datome ha la palla per l’overtime ma l’appoggio dell’ex Fenerbahce trova solo il ferro, 81-83.

AX MILANO: Leday, Punter e Rodriguez 14

OPENJOBMETIS VARESE: Scola 18, Ruzzier 17, Douglas 16

Fonte: gazzetta.it

Doroteo Cremonesi

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *