Viva Italia

Informazione libera e indipendente

Ronaldo stecca, Moutinho decide: colpo Wolves a Old Trafford

Prima sconfitta del Manchester United targato Rangnick: decide una rete del portoghese meno famoso nel finale

La prima sconfitta di Ralf Rangnick sulla panchina del Manchester United fa rumore, perché arriva in casa contro una squadra meno accreditata che domina a Old Trafford. Il Wolverhampton si prende infatti i tre punti con un letale 0-1 firmato da Joao Moutinho all’82’ e si avvicina a -3 dal settimo posto dei Red Devils. Brutta gara per CR7 e compagni.

SFAVORITI A CHI?

—  

Il portoghese più famoso di tutti contro la squadra più portoghese d’Inghilterra sul menù del “monday night” della 21esima giornata di Premier League. A inizio match è ovviamente Cristiano Ronaldo a cercare il primo squillo, con i Red Devils che si appoggiano come sempre su di lui, ma già nel primo quarto d’ora è David De Gea a doversi impegnare due volte per evitare uno spiacevole svantaggio. Questo esempio è un po’ in realtà ciò che accade per tutto il primo tempo: la squadra di Rangnick delega tutto ai suoi uomini offensivi, che pasticciano ognuno per sé e si cercano tra loro solo di rado e senza risultati, mentre il portiere spagnolo si sgola per 45 minuti provando a spronare i compagni di squadra a un approccio difensivo più attento. Per il primo tempo basta, perlomeno per arrivare all’intervallo ancora sullo 0-0 nonostante i 15 tiri concessi.

LUPI MANNARI

—  

Almeno nei primi minuti, l’atteggiamento dei padroni di casa nella ripresa pare più volenteroso e organizzato, ma la concretezza continua a latitare, tanto che José Sà non rischia praticamente nulla. Bruno Fernandes e Adama Traoré sono le due aggiunte di peso dalla panchina e proprio l’ex Novara e Udinese al 67’ stampa un tiro a botta sicura contro la traversa: il passaggio di Nemanja Matic dalla sinistra è illuminante, la sua conclusione lo spreca. Pochi secondi dopo Ronaldo si vede annullare una rete e questi paiono i primi scricchiolii del Wolverhampton, che però resiste e a un quarto d’ora dalla fine si prende il suo turno per baciare la traversa: lo fa Romain Saiss, scheggiandola su punizione col mancino.

Il punto d’unione è anche quello di svolta, perché all’82’ i Wolves di Bruno Lage confezionano un’azione strepitosa per lo 0-1: si comincia da un’ottima sponda di Fabio Silva, si passa a uno splendido lancio per Traoré che dribbla e crossa e si conclude con un gran tiro di Moutinho, lasciato colpevolmente solo al limite dell’area dopo una respinta aerea di Phil Jones (in campo in Premier League 712 giorni dopo l’ultima volta). Sà, infine, para all’ultimo respiro la punizione di Fernandes: triplice fischio, era dal 20 novembre che il Manchester United non perdeva tra campionato e Champions League. Ottavo match consecutivo con un massimo di un gol all’attivo, invece, per il Wolverhampton: questa volta basta eccome.

Fonte: gazzetta.it

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *