Viva Italia

Informazione libera e indipendente

Rombo di motori, festa e colori: è iniziata la pacifica invasione Guzzi

La pacifica invasione Guzzi è iniziata e l’imponente macchina organizzativa è già all’opera per accogliere i 50mila motociclisti, curiosi e appassionati attesi a Mandello per l’atteso motoraduno del centenario. Già da ieri e da stamane il rombo dei motori risuona nella città dell’Aquila, dove l’evento proseguirà fino a domenica 11 settembre con tante iniziative (clicca qui per leggere l’intero programma).

Piazza Guzzi-2

In questo articolo vi proponiamo le prime immagini scattate sul posto da Alberto Bottani a gruppi di amici, motociclette marchiate Guzzi di ieri e di oggi, centauri italiani e stranieri, visitatori e residenti, fino ad alcune delle tante persone impegnate nell’organizzazione coordinata dal “Comitato Città dei Motori” che può contare sul sostegno dell’Amministrazione comunale di Mandello guidata dal sindaco Riccardo Fasoli.

Guzzi gruppo appassionati bella-2

L’accoglienza, la gestione della ristorazione e le tante attività collegate – tra turismo, presidi di sicurezza e folklore – si avvalgono infatti del prezioso supporto di volontari e associazioni locali. Dalla Polisportiva Mandello Sezione Volley nella piazza Mercato a gestire la cucina, all’accoglienza presso il campo sportivo per chi ha prenotato lo spazio tenda.

Volontari Guzzi-2

Bella moto coppia-2

E poi ancora il team della Cooperativa sociale Incontro di via XXIV Maggio, dove sotto la tensostruttura vengono somministrati i piatti con specialità locali. A questo appuntamento hanno risposto in ben 90 volontari: una grande mano tesa all’associazione che gestisce l’integrazione di persone fragili inserendole in un percorso lavorativo.

Guzzi gruppone Dulac-2

Guzzi spot e cucina-2

A seguire, nel panorama del dietro le quinte delle Giornate Guzzi, la discesa in campo del gruppo degli Alpini impegnati presso la loro sede a “sfamare” il massiccio esercito dei centauri. Parlando di Penne Nere, leghiamo il discorso all’omonimo servizio di autoambulanze con personale sanitario impiegato a tutelare l’enorme quantità di partecipanti all’evento mondiale.

Alanis Guzzi-2

Protezione civile, forze dell’ordine, volontari: nessuno escluso in queste giornate nelle quali Mandello del Lario sarà una volta di più la vera patria della Moto Guzzi, finendo alla ribalta nazionale e internazionale. Tra i turisti in arrivo nella cittadina del lago, la parte del leone spetta ancora ai tedeschi, ma non saranno solo ora a omaggiare l’Aquila da oltre confine.

Code Guzzi-2

(Si ringrazia Alberto Bottani per foto e collaborazione)

Fonte: leccotoday.it

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *